Il recente acquisto di Mousa Dembele da parte del Guangzhou R&F conferma la Chinese Super League come il mercato più attivo ed attrattivo per gli stranieri in Asia assieme ad Arabia Saudita e Giappone. In Cina militano fior di campioni, da Yannick Carasco (Dalian Yifang), la coppia brasiliana dello Shanghai Sipg, Oscar e Hulk ed alcune vecchie conoscenze della Serie A quali Freddy Guarin, Ezequiel Lavezzi, Eran Zahavi, Graziano Pellè ecc… La moda lanciata da facebook è quella del #10yearschallenge, il cui scopo principale è quello di sviluppare un sistema di AI per il riconoscimento facciale. Noi seguiamo il trend ed andiamo indietro alla stagione di Chinese Super League 2009 (vinta dal Beijing Guoan) per vedere quali erano i principali volti stranieri di un campionato, al tempo sconosciuto.

Damiano Tommasi-Tianjin Teda

A Tianjin nel 2009 vi era un italiano, ovvero Damiano Tommasi, il centrocampista della Roma ha disputato la sua prima ed unica stagione con la maglia del TEDA posizionandosi al sesto posto in campionato, mancando la qualificazione in Champions solo per la differenza reti. Delle esperienze degli italiani a Tianjin (Marco Materazzi, Tommasi e Cannavaro), ne abbiamo già parlato in uno speciale pubblicato per il Chinese Soccer Observatory della Nottingham University (leggi qui)

Darko Matic-Beijing Guoan

Fra i giocatori maggiormente iconici e longevi della Chinese Super League troviamo Darko Matic e James Chamanga. Il primo, di nazionalità croata, era già alla sua terza stagione cinese e dopo due anni con la maglia del Tianjin Teda si è trasferito al Beijing Guoan, dove sarebbe rimasto fino al 2016. Nel 2017 Darko Matic si è ritirato dopo una stagione con la maglia dello Changchun Yatai per poi diventare ambasciatore nel mondo dei pechinesi. Chamanga invece era alla sua seconda stagione con la maglia dello Dalian Shide; l’attaccante dello Zambia si è ritirato lo scorso anno dopo sei anni con la maglia del Liaoning.

Hernan Barcos-Shanghai Shenhua

I capocannonieri di quell’edizione della Chinese Super League furono l’honduregno Luis Alfredo Ramirez (Guangzhou Pharmaceutical (Evergrande)) e l’argentino Hernan Barcos, entrambi a quota 17 gol segnati. Ramirez nel corso della sua carriera ha militato anche con le maglie di Shanghai Shenhua e Zhejiang Greentown. L’argentino Barcos invece, iniziò la stagione 2009 con la maglia dello Shenzhn per poi trasferirsi allo Shanghai Shenhua.

Ahn Hwan-Dalian Shide

Erano ben sei i coreani presenti in Chinese Super League nel 2009, fra questi anche una vecchia conoscenza (in negativo) del calcio italiano, ovvero Ahn Hwan, che al tempo vestiva la maglia del Dalian Shide, ma ce lo ricordiamo molto bene per aver segnato all’Italia nei Mondiali del 2002 il Gol decisivo degli ottavi di finale. Quella rete si dice gli sia costato il contratto con il Perugia di Gaucci.

I fratelli Griffith-Beijing Guoan

Fra gli australiani vi era il curioso caso dei fratelli Griffiths, Ryan e Joel, che militavano entrambi con la maglia del Beijing Guoan. Nel corso della sua carriera Ryan (cinque presenze con la maglia della nazionale australiana) ha vestito anche le maglie di Liaoning e Beijing Beikong (in seconda divisione), mentre Joel, dopo l’esperienza al Guoan si è trasferito agli acerrimi rivali dello Shanghai Shenhua.

Dici anni fa, come oggi, la maggior parte dei calciatori stranieri era rappresentata da brasiliani (ben 13), ma i nomi che circolavano non erano certamente di stampo internazionale: Valdo, punta centrale che militava nello Zhejiang Greentown veniva addirittura dal campionato tunisino, mentre Leonardo Netto, in forza all’Henan Jianye, addirittura nel 2007 aveva vestito la maglia dell’Alkaremeh in Siria.

Roda Antar-Shandong Luneng

Per chiudere la nostra rassegna di nomi, non possiamo dimenticare un’autentica leggenda per i tifosi dello Shandong Luneng, il centrocampista libanese Roda Antar, che militò con gli Orange Fighters dal 2009 fino al 2014 per poi proseguire con Jiangsu e Zhjiang Greentown. Roda Antar vanta 160 presenze in Chinese Super League ed in bacheca ha messo un titolo nazionale conquistato nel 2010.