Dopo i grandi trionfi del Lioning FC fra la fine degli anni ’80 e l’inizio degli anni ’90, culminati con la vittoria in Coppa Campioni, la dinastia della squadra di Shenyang (capitale della provincia di Liaoning), giunse al termine con l’avvento del professionismo nel calcio cinese. Il centro di potere non si sposta dalla provincia nord orientale, si trasferisce solamente sulla costa, nela città portuale di Dalian, dove il club Dalian Wanda (il cui presidente era l’attuale socio di minoranza dell’Atletico Madird e proprietario di Infront) vince il primo campionato nel 1994, a cui ne seguiranno altri sette fino al 2005.

Rubriche: Coppe d’Oriente

Leggi anche: Il Liaoning campione d’Asia, 23 anni prima del Guangzhou Evergrande

Il Dalian Wanda FC, poi rinominato in Dalian Shide nel 2000, a seguito del passaggio di proprietà, è stata una delle realtà più importanti del calcio cinese, che oggi non esiste più, in quanto è stata inglobata nel 2012 dalla seconda squadra della città, il Dalian Aerbin, che recentemente è tornato in Chinese Super League, con il nome di Dalian Yifang (leggi qui).

Risultati immagini per dalian shide

Rispetto al Liaoning FC, la squadra di Dalian non annovera nel proprio palmares un trofeo continentale, in quanto ha perso ben due finali nel corso della sua storia, nel 1998 e nel 2001.

La vecchia Coppa Campioni d’Asia aveva presentava un concetto di base identico alla competizione europea: partecipavano solo le rappresentative che avevano vinto i campionati nazionali. Nella stagione 1994/95, sia la Cina che la Nord Corea non avevano mandato le proprie rappresentative, per cui la Coppa Campioni della stagione 1997/98, fu la prima disputata dal Dalian.

Risultati immagini per hao haidong dalian shide
Hao haidong, il più grande marcatore nella storia della nazionale cinese

La squadra cinese, che annoverava fra le proprie fila Hao Haidong, il più grande marcatore nella storia della nazionale dal 1949 ad oggi e Sun Jihai, difensore centrale che avrebbe poi fatto le fortune del Manchester City nell’era pre sceicchi. Il Dalian era allenato da Xu Genbao, storica figura del calcio cinese, il quale negli anni ‘2000 fonderà il club che oggi è conosciuto come Shanghai Sipg (nel quale militano Oscar ed Hulk), partendo dai settori giovanili (leggi qui).

Quell’anno la finale continentale contrapponeva il Dalian ai coreani del Pohang Steelers. Le due squadre si erano già affrontate nella fase a gironi, e gli uomini di Xu Genbao erano riusciti a vincere in rimonta con due reti in rapida successione. Non passano nemmeno due mesi, che ad Hong Kong, il 5 aprile del 1998 va in scena il rematch fra le due squadre: la partita si conclude sul punteggio di 0-0 dopo 120 minuti e si va ai calci di rigore, dove a prevalere sono i coreani del Pohang Steelers per 6-5.

Risultati immagini per sun jihai dalian shide
Sun Jihai, pilastro della difesa del Dalian Shide e poi del Manchester City

Nel nuovo millennio, a seguito del cambio di proprietà, il Dalian, allenato dal serbo Milorad Kosanovic (precedentemente alla guida della Stella Rossa di Belgrado), giunse in finale di Coppa delle Coppe. Il percorso che portò al match decisivo contro i sauditi dell’Al Shabab è stato pieno di insidie per la squadra cinese: a parte il primo confronto, vinto con un complessivo 9-1 contro il Club Valencia (Maldive), il Dalian ha avuto la meglio sui coreani del Seongnam (2-1 complessivo) e sui giapponesi del Nagoya (1-1, gol in trasferta).

Nelle Final Four, disputate in Arabia Saudita, il Dalian in semifinale ha prevalso sui giapponesi del Shimizu Pulse per 3-2 con rete ai tempi supplementari di Hao Haidong, ma in finale, i padroni di casa dell’Al Shabab si sono rivelati essere troppo superiori: 4-2 il risultato finale con hat trick di Abdullah Shehan.

Al pari del Guangzhou Evergrande negli anni ’10 del nuovo millennio, e del Liaoning di Shenyang a inizio anni ’90, la rappresentativa di Dalian ha contribuito a scrivere un importante pezzo di storia del calcio cinese, ma a differenza delle altre due squadre non è mai riuscita a sollevare un trofeo continentale per la definitiva consacrazione. Chissà se la nuova realtà, l’Yifang FC, riuscirà a ripercorrere la storia dei suoi predecessori.

2 thoughts on “Coppe d’Oriente: il Dalian Shide sfiora per due volte il cielo con un dito”

  1. Mh, interessante. La storia piú bella rimane comunque quella del Liaoning, che con le dovute proporzioni, ho sempre paragonato al Milan di Sacchi, in salsa cinese.

Comments are closed.