Si è chiusa la fase a giorni della AFC Champions League con un bilancio di tre squadre cinesi qualificate su quattro, in linea con i risultati degli ultimi due anni. Dopo che lo Shandong Luneng aveva già staccato il pass lo scorso turno, in questa settimana tocca a Shanghai Sipg e Guangzhou Evergrande che battono i rispettivi avversari coreani per archiviare il risultato, mentre il Beijing Guoan, leader della Chinese Super League, viene travolto in Giappone dall’Urawa e saluta anzitempo la competizione.

Nell’ultima giornata della fase a gironi della AFC Champions League, lo Shanghai Sipg travolge per 5-0 in casa l’Ulsan Hyundai (già qualificato come primo e presentatosi a Shanghai on le riserve) con tripletta di Oscar. Le Red Eagles staccano dunque il pass per gli ottavi al quarto anno di fila a discapito del Kawasaki Frontale di Leandro Damiao, che ha vinto per 4-0 in casa del Sidney (neocampione d’Australia) che era già eliminato. I ragazzi di Vitor Pereira affronteranno agli ottavi di finale il Jeonbuk campione in carica di Corea, in un rematch dei quarti di finale del 2016, quando la compagine della K-League prevalse con un pesantissimo 5-0 nella partita di ritorno.

SHANGHAI SIPG-ULSAN HYUNDAI 5-0 (7′, 42′, 76′ Oscar, 67′ Shenglong, 88′ Jinghang)

Non ce la fa invece il Beijing Guoan, travolto per 3-0 sul campo dell’ Urawa Red Diamonds, con i giapponesi che volano agli ottavi di finale assieme al Jeonbuk. A segno Nagasawa, Muto e Koroki, che spediscono a casa i leader della Chinese Super League, che in questa Champions, hanno vinto solamente contro i thailandesi del Buriram, mentre contro Urawa e Jeonbuk hanno conquistato un solo punto in quattro gare. L’Urawa affronterà la capolista del gruppo dello Shanghai Sipg agli ottavi di finale, l’Ulsan Hyundai

URAWA RED DIAMONDS-BEIJING GUOAN 3-0 (34′ Nagasawa, 41′ Muto, 81′ Koroki)

Riesce invece la rimonta al Guangzhou Evergrande, che si qualifica agli ottavi di finale battendo in casa il Daegu per 1-0. Gli uomini di Fabio Cannavaro sorpassano in classifica i coreani del Daegu per il secondo posto, battendoli per 1-0 al Tianhe Stadium con rete di Paulinho  nella ripresa su calcio d’angolo. Risultato importantissimo maturato nonostante le assenze pesanti di Talisca, Gao Lin e Yu Hanchao. Il primo posto nel gruppo G era già stato conferito nel turno precedente ai giapponesi del Sanfrecce Hiroshima, che in quest’ultimo turno non hanno mancato di onorare la competizione battendo per 3-1 il Melborune Victory di keisuke Honda.

GUANGZHOU EVERGRANDE-DAEGU 1-0 (64′ Paulinho)

Agli ottavi di finale che si giocheranno a giugno, il Guangzhou affronterà in un derby cinese lo Shandong Luneng di Pellè e Fellaini. Oggi gli Orange Fighters hanno subito una sconfitta indolore contro il Kashima Antlers campione continentale in carica. Lo Shandong aveva già archiviato il passaggio del turno come prima forza del girone il turno precedente, mentre al Kashima è servita una vittoria per tenere ad un punto di distanza i debuttanti coreani del Gyeongnam, che chiudono la competizione con una vittoria per 2-0 sui malesi del Johor Darul Tazim. Dunque sarà derby giapponese fra Kashima Antlers e Sanfrecce Hiroshima.

KASHIMA ANTLERS-SHANDONG LUNENG 2-1 (68′, 70′ Sho Ito, 11′ Gil)

TABELLONE OTTAVI DI FINALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.