Nella prima giornata della fase a gironi della AFC Champions League, la West zone ci mostra come sia difficile, al momento, pronosticare con certezza chi passerà il turno. Certezza che invece troviamo ancora una volta nei tifosi del Persepolis, in oltre 45 mila all’esordio casalingo; risultato più alto di tutto il lato ovest della competizione, dove nelle altre partite non si è andati oltre i 10 mila spettatori.

A seguire Il racconto e gli highlights delle 8 partite della West zone.

Gruppo A

Esordio memorabile per i debuttanti iracheni dell’Al Zaawra, che conquistano il loro primo punto andando a pareggiare per 0-0 sul campo degli iraniani dello Zob Ahan. Al comando del girone troviamo l’Al Wasl (UAE), squadra che occupa la decima posizione nel campionato locale, battere l’Al Nassr (seconda forza del campionato saudita) per 1-0 grazie al rigore trasformato dall’esterno brasiliano Fabio Lima.

Classifica: Al Wasl 3, Zob Ahan 1, Al Zaawra 1, Al Nassr 0

Zob Ahan-Al Zaawra 0-0

Al Wasl-Al Nassr 1-0 (65′ Lima)

Gruppo B

Inizia bene il cammino degli uzbeki del Lokomotiv Taskhent campione nazionale, che batte per 2-0 l’Al Whada (UAE) con reti dell’attaccante Temurkhuja e del centrale difensivo Islom. Ancora più netta è la vittoria dei sauditi dell’Al Ittihad, che sorprendono rifilando un netto 5-1 all’Al Rayyan di Sebastian Soria e Rodrigo Tabata. Protagonista l’esterno di 24 anni Al Muwallad, autore di una doppietta. Un risultato impronosticabile sé consideriamo infatti che l’Al Ittihad è solo penultimo nel campionato saudita.

Classifica: Al Ittihad 3, Lok. Tashkent 3, Al Whada 0, Al Rayyan 0

Lok. Taskhent-Al Whada 2-0 (9′ Temurkhuja, 90′ Islom)

Al Ittihad-Al Rayyan 5-1 (44′ 78′ Al Muwallad, 45′ Al Arainy, 48′ Al Sahafi, 70′ Al Ghamdi)

Gruppo C

Il girone inizia con l’Al Duahil, dei due campioni continentali Bassam Al Rawi e Ali Almoez (fuori però per infortunio), che stende con un netto tre a zero gli iraniani dell’Esteghlal. Apre le marcature con un colpo di testa che spiazza l’estremo difensore, l’ex-juventino Mehdi Benatia; a segno anche il due volte capocannoniere del campionato qatariota, Youseff El Arabi. Nell’altra sfida, tra i detentori del titolo emiratino, l’Al Ain, e quello saudita, l’Al Hilal, hanno avuto la meglio i secondi, guidati dall’ex Zoran Mamic; il gol della vittoria viene da una prodezza del capitano Al Shalhoub. In campo fino all’83’ anche Sebastian Giovinco, che sembra stare sempre di più acquisendo continuità negli undici titolari.

Classifica: Al-Duhail 3, Al-Hilal 3, Al-Ain 0, Esteghlal F.C. 0

Al-Duhail – Esteghlal F.C. 3-0 (56′ Benatia, 73′ El Arabi, 91′ Afif)

Al-Ain – Al-Hilal 0-1 (65′ Al Shalhoub)

Gruppo D

Sorpresa del Pakhtakor (secondi nell’ultima Uzbekistan Super League) che riesce a pareggiare, oltretutto fuori casa (nel difficile Azadi Stadium di Tehran), contro i campioni iraniani del Persepolis. Per gli uzbeki è andato a segno il centravanti Marat Bikamev, ben tre marcature in questa AFC Champions League ha già realizzato. Nella seconda partita, tra i sauditi dell’Al Ahli e i qatarioti dell’Al Sadd, tra le cui file troviamo il terzino Abdelkarim Hassan (calciatore asiatico del 2018), è andata in scena una gara piuttosto combattuta, risolutasi solo grazie a due episodi da fermo. A mettere la firma su entrambi i gol ci ha pensato il siriano Al Soma.

Classifica: Al-Ahli 3, Pakhtakor 1, Persepolis 1, Al-Sadd 0.

Persepolis – Pakhtakor 1-1 (5′ Bikmaev, 25′ Budimir)

Al-Ahli – Al-Sadd 2-0 (32′ r, 76′ Al Soma)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.