Anche quest’anno il tour cinese delle squadre europee ha fatto registrare sold out in quasi tutti gli stadi. Sorge dunque un quesito, al pubblico cinese piace maggiormente il calcio europeo rispetto a quello locale?

Tante volte abbiamo letto dichiarazione di dirigenti di big club come Milan o Manchester United che affermano di avere all’incirca 100 milioni di tifosi in Cina, questi numeri poi, che non si sa da quali ricerche o interviste vengono fuori, vengono riportati in un processo da copia e incolla dai vari media mainstream, quando questi sono palesemente falsi, con l’unico scopo di creare clamore fra pubblico e sponsor. Pensateci un attimo, se ogni big club europeo dichiara di avere dai 70 ai 100 milioni di tifosi in Cina, la somma di questi supererebbe la stessa popolazione cinese.

Abbiamo già parlato di questo fenomeno (leggi qui), dal quale ci discostiamo completamente, considerando anche il fatto che il club europeo con il maggior numero di follower su Sina Weibo, il twitter cinese, è il Manchester United, con 9.3 milioni di followers, seguito dal Manchester City ad 8.3 (dati Mailman Group, Red Card 2019).

China Digital Football Awards: Juventus club italiano più popolare in Cina, Cristiano Ronaldo al primo posto fra i calciatori

E’ inoltre difficile dare una definizione di “tifoso” in Cina, considerando che la popolazione interessata al calcio si dovrebbe identificare con squadre che si situano dall’altra parte del mondo, rendendo dunque difficile una fidelizzazione. Non a caso, più che le squadre di calcio, il popolo cinese segue maggiormente quelle che sono le imprese del singolo calciatore nel campionato europeo, dato che viene certificato anche dai followers su Sina Weibo, tanto che, come ci conferma il già citato report della Mailman Group, l’engagement di Cristiano Ronaldo, il maggior influencer fra i calciatori, è 70 volte maggiore rispetto a quello del Real Madrid.

Citando un altro studio, di Nielsen (China: the next generation of sports consumers), questi, senza sbilanciarci su grandi sparate come di i dirigenti dei club europei, ci dice che circa 180 milioni di cinesi sono interessati al calcio (il 32% della popolazione urbana) e circa 132 milioni di questi sono interessati al calcio europeo. A questo punto dobbiamo chiederci: complessivamente la popolazione calcistica cinese è maggiormente interessata alle leghe europee (sia essendo tifosa di una singola squadra o di un giocatore) rispetto alla Chinese Super League?

Possiamo dividere la popolazione calcistica cinese in tre diverse categorie in accordo con la mia esperienza di interazione a Pechino di oltre un anno e mezzo:

  • Gli ultras radicali delle squadre di Chinese Super League, che seguono solamente la squadra per la quale fanno il tifo, ignorando completamente il calcio internazionale ed anche competizioni quale il Mondiale. Questa categoria, che rappresenta una minoranza, ripudia in toto quelle che sono le amichevoli di club europei in Cina.
  • I tifosi che seguono sia la squadra locale e che sono tifosi/simpatizzanti di un club europeo
  • Ultima categoria rappresentata da quelle persone che ignorano il calcio locale definendo la Chinese Super League e la nazionale di livello troppo basso e che seguono solo il calcio europeo.

Sarebbe azzardato fare delle proporzioni sulle tre categorie, ma quindi ci affidiamo ai numeri reali che abbiamo a disposizione: la Chinese Super League nella stagione 2018 ha vantato una media di 24.053 spettatori, con solo Guangzhou Evergrande e Beijing Guoan che hanno superato la soglia dei 40.000 in media (leggi qui).

Le recenti amichevoli di club europei in Cina hanno fatto registrare quasi il tutto esaurito nonostante una politica di prezzi decisamente non popolare come evidenziato in questo nostro precedente articolo (leggi qui). A Nanchino l’Asian Premier League Trophy ed il derby d’Italia fra Inter e Juventus hanno fatto registrare oltre 40.000 spettatori (48.600 per Inter e Juve), mentre a Shanghai, nel più piccolo Hongkou Stadium, le finali del torneo di Premier e l’amichevole fra Manchester United e Tottenham hanno visto accorrere oltre 30.000 spettatori facendo registrare sold out.

China Files – prezzi folli per le amichevoli estive dei club europei in Cina

Complessivamente numeri decisamente maggiori rispetto alla Chinese Super League, anche se, dobbiamo specificare, che nel massimo campionato cinese la capienza degli stadi viene spesso ridotta dalle autorità locali per motivi di sicurezza. Emblematico il caso di Shanghai, dove lo stadio dello Sipg, con una capienza da 55.000 spettatori, per il campionato ha un limite fissato attorno ai 25.000 posti, mentre la stessa restrizione non è valida per le partite fra club europei come avvenuto lo scorso anno fra Bayern Monaco e Arsenal che ha fatto sold out. Anche all’Hongkou Stadium, la capienza totale è da 33.000 posti, ma per il campionato è limitata a soli 22.000, ed anche in questo caso, la regola non è stata applicata per Manchester United Tottenham.

Se due estati fa siamo rimasti senza parole per i tifoci cinesi del Milan che a Shenzhen, prima dell’amichevole contro il Bayern monaco cantavano ‘Milano siamo Noi’, sfoggiando striscioni con su scritto ‘We are so rich’, quest’anno a catturare la nostra attenzione sono stati i tafferugli fra i tifosi cinesi di inter e Juventus prima della partita a Nanchino.
I supporters nerazzurri fuori dallo stadio si sono radunati in modo provocatorio con uno striscione con su scritto ‘Rubare è nel DNA della Juve’ oltre ad una raffigurazione cartonata con il celebre non gol di Muntari. L’episodio ha scatenato le ire dei tifosi cinesi della Juventus che hanno iniziato a lanciare oggetti contro gli avversari andando a degenerare la situazione.

Oltre a questa controversia alquanto patetica, durante questo tour abbiamo visto tifosi di tutte le squadre, in particolar modo delle due di Manchester, con il City che l’ha fatta da padrone sugli spalti per l’Asian Premier League Trophy, mentre una massa rossa è accorsa all’Hongkou Stadium per vedere lo United. Ma maglie del Manchester United si trovano ovunque, anche durante i match di Chinese Super League fra squadre cinesi troverete qualche tifoso con indosso la maglia dei Red Devils, i quali in Cina hanno una fan base non certamente da 100 e passa milioni di persone, ma comunque ben consolidata come Arsenal e Liverpool.

Fra le tante tifoserie straniere che ci hanno colpito vi è stata quella del Newcastle, che, come confermato da Micheal Oldfield, un Geordie expat che vive a Shanghai (leggi qui l’intervista completa), non si tratta di una fanbase occasionale come può accadere per altri team, ma di una e vera e propria comunità di tifosi che ha iniziato a radicarsi negli anni ‘90. Per l’Asian Premier League Trophy a Nanchino e Shanghai sono accorsi tifosi dei Magpies provenienti da tutta la Cina come confermato da Michael.

La comunità di tifosi del Newcastle in Cina è più grande di quello che immaginate

In conclusione, capire cosa è un tifoso di calcio di un club straniero in Cina è un quesito che presenta molteplici sfaccettature ed è soggetto a molteplici mutamenti dato che si tende a tifare la squadra od il giocatore del momento. Ma al contempo esistono anche realtà ben consolidate come quella del Newcastle e del Man Utd, ma anche quelle italiane di Inter e Juventus, al di la dell’imbarazzante episodio, il che dovrebbe accendere una lampadina nei dirigenti del calcio italiano, che continuano a guardare al mercato cinese senza però prendere iniziative, lasciando dormiente un prodotto, la Serie A, che ha tutto il potenziale per fruttare nel mercato cinese.

Anche questo Tour estivo da un punto di vista commerciale può essere considerato un successo, avendo generato un entusiasmo fra il pubblico maggiore rispetto a quello della Chinese Super League, ma al contempo sta emergendo un sentimento contrario, con questi club sopracitati accusati di approdare in Asia solo per conquistare il portafogli dei tifosi e non il loro cuore.

E’successo al Manchester City, accusato direttamente dalla principale agenzia cinese, Xinhua (leggi qui), mentre in Corea del Sud la Juventus si ritrova ad affrontare grane legali per non aver impiegato Cristiano Ronaldo come da contratto. Che questi sentimenti possano avere un’influenza sul successo dei futuri tour asiatici?