In data 19 luglio il prestigioso ed autorevole gruppo fondato dall’eccentrico Jack Ma, 18esimo uomo più ricco al mondo, ha annunciato la “partenza” della sua partnership strategica con Suning Sports, divisione sportiva di Suning, con un ricco investimento che ha portato la cessione di circa 5.5 milioni di azioni in favore dell’: Alibaba Group Holding per un corrispettivo di circa 940 milioni di dollari.

L’ufficialità è arrivata direttamente dalle parole del presidente di Alibaba Entertainment Group: Yang Weidong, che si è ovviamente augurato una lunga cooperazione che non può che apportare vicendevoli vantaggi  nella catena dell’entertainment. L’investimento arriva in un momento in cui l’azienda cinese sta cercando di rafforzare la sua posizione nel settore dei media sportivi. Suning infatti ha già acquistato i diritti per la Bundesliga, la Premier League e la Liga. La collaborazione con il colosso Alibaba potrebbe portare benefici importanti anche per l’Inter grazie all’inserimento di un colosso del settore e-commerce, nel mondo dello sport.

Quello dei Social infatti è un mondo “tutto da esplorare”: attualmente la Juventus è il decimo club più influente sui social cinesi (il secondo in Italia, alle spalle del Milan, sesto), con 180mila follower su Sina Weibo, l’obbiettivo è ovviamente quello di provare a rilanciare il Brand Inter in Cina anche grazie alla collaborazione e il supporto dell’azienda fondata da Jack Ma nel lontano 1998. La FIGC rimane però l’unica Federazione fra le big d’Europa a non aver siglato accordi con la Chinese Football Association, la Serie A è l’unica lega a non avere profili sulle piattaforme social cinesi (Sina Weibo e WeChat); riuscirà la partnership Suning/Alibaba ha superare gli evidenti limiti ed ostacoli comunicativi?