Si chiude anche questo gruppo C della Asian Cup 2019, molto probabilmente con un verdetto per un’altra squadra qualificata agli ottavi di finale, ovvero il Kirghizistan, che grazie all’hat trick di Vitalij Lux, piega per 3-1 le Filippine di Sven Goran Eriksson, che concludono la manifestazione a zero punti. A punteggio pieno invece la Corea del Sud, che senza affanni, batte per 2-0 la Cina nello scontro per il primo posto con una rete per tempo.

Corea del Sud troppo forte

Di per se la Corea del Sud è una squadra molto più completa della Cina di Marcello Lippi, se poi al team Dragon manca Wu lei (lasciato fuori in via precauzionale visto il serio infortunio alla spalla) e la squadra di Bento può finalmente schierare Son Hueng Min, le speranze di successo si riducono al minimo. Come nella partita contro il Kirghizistan Lippi opta per una formazione ultra difensiva, con una linea a cinque, mentre a centrocampo le chiavi del gioco sono affidate a Zheng Zhi, supportato da Wu Xi. In avanti un tridente inedito con Zhang Chengdong e Jin Jingdao alle spalle dell’unica punta Yu Dabao (a segno nelle prime due partite).

La Cina non può altro che rimanere abbagliata di fronte al giro palla della Corea del Sud, una manovra avvolgente che non lascia scampo agli avversari. Nonostante l’assenza di Ky a centrocampo (centrocampista del Newcastle out per infortunio) a prendere l’eredità in fase di regia è Hwang In Beom, 22enne in rampa di lancio che sta disputando un’ottima manifestazione.  Un gol per tempo basta alla Corea per sottomettere un avversario nettamente inferiore. Al 14′  l’attaccante Ui Jo Hwang trasforma un calcio di rigore (procurato da Son) nonostante Yan Junling ne avesse intuito la direzione (secondo centro nella manifestazione per l’attaccante in forza al Gamba Osaka).

Nella ripresa il copione della partita non cambia, così come Lippi si ostina a giocare con una formazione ultra conservativa. Gli esterni Hee Chan Hwang e Son Hueng Min giocano sul velluto seminando il panico nella retroguardia cinese. Al 51′ arriva il raddoppio a firma del difensore Kim Min Jae (lo stesso che ha segnato il gol decisivo contro il Kirghizistan) sugli sviluppi di un calcio d’angolo calciato da Son. Solo al 60′ Lippi prova a dare una scossa alla propria squadra con gli ingressi delle star dell’Evergrande Yu Hanchao e Gao Lin, ma oramai il risultato è ampiamente compromesso e con grande maestria,la Sud Corea amministra il vantaggio senza rischiare nulla.

La Corea del Sud chiude dunque a punteggio pieno, senza aver concesso un solo gol, dando prova di grande concretezza difensiva e capacità disarmante di dettare i ritmi di gioco. Son Hueng Min ha già dato prova del suo valore in questa partita, procurandosi un rigore, servendo l’assist del 2-0 e centrando pure la traversa in un’altra occasione. Il bilancio della Cina invece è complessivamente positivo, chiudendo come da pronostico al secondo posto, affronterà la Thailandia agli ottavi di finale, in un confronto tutt’altro che impossibile

Kirghizistan nella storia, eliminato Eriksson

Il primo degli scontri diretti per i terzi posti si chiude sorprendentemente con la netta vittoria del Kirghizistan sulle Filippine di Sven Goran Eriksson per 3-1 con tutti i gol segnati da Vitalij Lux, attaccante 29enne che milita in quarta divisione tedesca nell’SSV Ulm 1846.  Una partita nettamente dominata da parte della formazione di Krestnin, che già nelle precedenti uscite aveva destato delle buone impressioni mettendo in seria difficoltà la Cina di Lippi.

Il Kirghizistan prima di poter festeggiare il passaggio agli ottavi di finale dovrà attendere i risultati degli altri spareggi per i terzi posti e fare i conti con la differenza reti (a quota zero) in caso che tutti i match si concludano con la vittoria di una compagine. Nel girone D si affronteranno oggi Vietnam e Yeman, nel gruppo E la Corea del Nord e il Libano, mentre nell’F l’Oman e il Turkmenistan. Tutte le squadre citate sono ancora a quota zero punti.

CLASSIFICA FINALE: COREA DEL SUD 9, CINA 6, KIRGHIZISTAN 3, FILIPPINE 0

Tabellini e highlights

Corea del Sud-Cina 2-0 (14′ Ui Jo Hwang, 51′ Kim Min Jae)

Kirghizistan-Filippine 3-1 (24′, 51′, 77′ Vitalij Lux \ 80′ Schrock)