Si sono disputate oggi le due partite del gruppo C, con le vittorie di Cina e Sud Corea come da pronostico, ma non senza difficoltà: gli uomini di Lippi hanno dovuto compiere una rimonta contro il Kyrgyzstan, mentre il Team Bento ha impiegato ben 67 minuti per segnare l’unico gol della partita contro la rocciosa formazione filippina guidata da Eriksson.

Una brutta Cina conquista i tre punti

La Cina di Marcello Lippi vince quasi immeritatamente la gara d’esordio battendo per 2-1 il Kyrgyzstan, al termine di una prestazione a tratti orrenda che ha messo in evidenza tutti i limiti della nazionale. La Cina si presenta con una difesa a 5, una mediana poco qualitativa composta da Wu Xi e Chi Zhongguo e in attacco, Wu Lei è l’unica punta, supportato da Gao Lin e Jin Jingdao. Squadra bloccata sin dalle prime battute ed incapace di produrre gioco, mentre il Kyrgyzstan sembra essere molto più a suo agio sul campo tanto che sfiora per due volte il vantaggio con l’attaccante Vitalij, che però non centra mai lo specchio della porta a tu per tu con Yan junling.

Dato lo scarso rendimento dell’esterno d’attacco Jin Jingdao, Lippi opta già per un cambio al 22′ inserendo l’attaccante del Beijing guoan, Yu Dabao. Lo schieramento tattico non cambia e la Cina non riesce mai a tirare nello specchio della porta. Al 43′ la doccia gelata, con il tiro da fuori area di israilov che si insacca alle spalle di Yan Junling. Il Kyrgyzstan ha la possibilità di raddoppiare subito in ripartenza ma ancora una volta Vitalij si fa ipnotizzare.

Nella ripresa Lippi passa al 4-3-3, con l’ingresso di Hao Junmin al posto del difensore Shi Ke. L’episodio che però svolta la partita è il grossolano errore del portiere del Kyrgyzstan, che devia nella propria rete una palla alta facilmente controllabile. Una papera colossale che cambia le sorti della partita.  Le due squadre continuano ad equilibrarsi, ma al 78′ arriva il gol del vantaggio della Cina, con Wu Xi che lancia in profondità Yu Dabao: l’attaccante del Guoan anticipa il portiere sull’uscita e da posizione defilata segna a porta vuota.

La Cina, in maniera molto fortunata conquista così i tre punti, ma servirà ben altro per poter procedere nella manifestazione, perchè fra il Team Dragon e il modestissimo Kyrgyzstan (alla sua prima partecipazione in Coppa d’Asia) non si sono viste differenze sostanziali.

La Sud Corea scardina la resistenza delle Filippine

Vittoria più difficile del previsto per la Corea del Sud di Paulo Bento, che pur senza la stella Son Hueng Min (disponibile dalla terza partita del girone) batte per 1-0 le Filippine di Sven Goran Eriksson. A decidere la contesa nella ripresa è l’attaccante del Gamba osaka (J League) Jo Hwang nella ripresa, che finalizza una splendida azione palla a terra iniziata da Lee Chung Yong (attaccante del Bochum), che trova in profondità Hee Chan Hwang (Amburgo), il quale sulla linea di fondo mette in mezzo per Jo Hwang, che calcia a botta sicura. Nel finale di partita, sempre sull’asse Hee Chan-Jo Hwang, la Corea del Sud ha l’opportunità di chiudere la partita ma Falkesgaard si supera con un miracolo privando la punta del Gamba Osaka della gioia della doppietta.

Partita comunque molto sofferta, con la Corea del Sud che ha fatto molta fatica nel trovare spazi nella ferrea difesa dei filippini, che nonostante il solo 23% di possesso palla si rendono pericolosi in fase di ripartenza, con John Patrick Strauss che nella ripresa va addirittura vicino al vantaggio. Comunque ben organizzati i Taeguku Warriors, che ottengono tre punti meritati mettendo in mostra meccanismi di gioco ben oliati che potranno divenire ancora più devastanti con l’arrivo di Son Hueng Min. Non ha fatto il suo ingresso dalla panchina Lee Seung Ho, il giovane attaccante dell’Hellas Verona, aggregatosi all’ultimo alla squadra di Paulo Bento. Prestazione invece leggermente sottotono per il centrocampista del Newcastle Ky Sung Yueng, sostituito con coraggio a inizio secondo tempo in favore del 22enne In Beom, giovane di grandi promesse che non ha deluso le aspettative.

Cina-Kyrgyzstan 2-1 (50′ Mathias (og), 78′ Yu Dabao \ 42′ Israilov)

Corea del Sud-Filippine 1-0 (67′ Hwang Jo)

CLASSIFICA

CINA 3

COREA DEL SUD 3

FILIPPINE 0

KYRGYZSTAN 0