La prima giornata del gruppo D di Asian Cup ha regalato molte emozioni. Due partite che hanno visto ben 10 gol. Da un lato c’è stato il preventivabile successo dell’Iran sullo Yemen (5-0). Dall’altra abbiamo avuto una partita in bilico fino all’ultimo minuto (Iraq-Vietnam 3-2).

L’Iran vince e convince

Partita quasi a senso unico quella andata in scena ieri sera al Mohammed bin Zayed Stadium di Abu Dhabi, che ha visto il Team Melli imporsi per ben 5 a 0 contro il debuttante Yemen.

Nei primi dieci minuti di gioco la nazionale yemenita mette in pericolo per ben due volte gli iraniani. Prima con il ventenne Al Sarori che, entrato in area, conclude alto sopra la traversa, e poi con la scoordinata conclusione al volo, sempre in area, del numero 11 Amiri. Le occasioni per lo Yemen finiscono qui.

Al 12’, infatti, si aprono le marcature iraniane: l’esterno Emad Mansoor tira centralmente da quasi trequarti campo, Al Sowadi non riesce a bloccarla così da consegnare la palla sui piedi di Taremi che, al secondo tentativo della partita, non sbaglia. 1-0. Undici minuti e arriva il raddoppio, questa volta da calcio da fermo al limite dell’area. La palla battuta dal capitano del Team Melli Dejagah si impatta prima sul palo e poi sulla schiena dello sfortunato estremo difensore yemenita, così da finire in rete. 2-0. Passano solo due minuti ed un cross dalla destra del terzino Rezaeian trova l’inserimento di Taremi, che supera in altezza il difensore Ba Rowis, e colpisce di testa infilando la palla sul palo. È il 25’ e siamo già sul 3-0.

I Red Devils della penisola arabica non riescono a reagire e l’Iran sfiora più volte il quarto gol, con due pericolosissimi colpi di testa del centravanti Azmoun, che trova infine il gol al 53’ finalizzando la ribattuta del portiere nata da un calcio d’angolo a favore. Chiude la partita al 78’ la splendida finalizzazione dal limite dell’area del subentrato Ghoddos, il cui tiro al volo ad incrociare non riesce ad essere respinto da Al Sowadi, complice probabilmente la visuale di gioco coperta da parte dei giocatori avversari. Da segnalare la traversa colpita allo scadere dall’esterno Torabi, con una conclusione di potenza da trequarti campo.

Zero tiri concessi nello specchio della porta e cinque gol fatti, un grande inizio per una delle squadre favorite ad alzare in cielo la tanto attesa Asian Cup.

L’atalantino Adnan porta al successo l’Iraq

Nella seconda partita del girone D l’Iraq riesce a spuntarla nel finale, regalandosi una vittoria contro una diretta concorrente per il passaggio del turno. D’altro canto il Vietnam ha retto bene il confronto, risultando però nel complesso un po’ indietro rispetto agli avversari.

L’inizio della partita è all’insegna della nazionale irachena, e la prima occasione (14’) è del centrale difensivo Atiyah che da calcio d’angolo si inserisce sul primo palo, impatta la palla, che termina però alta sopra la traversa. Successivamente il Vietnam prova a portarsi in avanti, ma nel maggiore dei casi lo fa in maniera imprecisa e prevedibile. Al 24’ arriva, quasi a sorpresa, il vantaggio dei Golden Dragons. Dopo un veloce contropiede, il ventitreenne Luong Xuan Truong inserisce in area Nguyen Cong Phuong, su di lui vanno sia Atiyah che l’estremo difensore Hachim, con il primo che, andando ad intervenire sull’attaccante, tocca accidentalmente la palla di tacco, la quale spiazza il portiere ormai fuori dai pali e si inserisce in rete. 0-1.

La reazione irachena non si fa attendere e dopo 11 minuti il fantasista Ali trova il gol del pareggio. Prima ruba palla al limite dell’area al numero due vietnamita Do, supera così in velocità il centrale difensivo Que, entra in area e tira di cattiveria avendo la meglio su Dang. 1-1.Ma proprio quando i Leoni della Mesopotamia sembrano aver preso possesso del match arriva la seconda doccia fredda. Al 42’ Nguyen Trog Hoang si accentra con la palla dalla destra, entra in area, prova la conclusione ma viene respinta da Hachim il quale, così, serve per sbaglio l’assist per il 1-2 a Nguyen Cong Phuong.

La ripresa prende il via con la formazione irachena in avanti, con i vietnamiti che ne approfittano per ripartire in contropiede. Al minuto 60’ arriva il gol del pareggio. Ali conclude di testa un bel pallone messo in mezzo dalla sinistra dal centrocampista Hussein, che viene però respinto da Dang, e dopo una serie di rimpalli viene recuperato dal neo entrato Tariq, che di carattere insacca il pallone in rete. 2 a 2 e palla al centro. La partita prosegue con i Lions che si rendono più pericolosi degli avversari, i quali però rispondo bene. Infine, a mettere fine alla partita ci pensa l’atalantino Adnin, al 90’. Il gol viene da un calcio di punizione al limite dell’area destro calciato alla perfezione dal terzino iracheno, che riesce a spedire la palla sotto l’incrocio dei pali, rendendo inutile l’intervento del portiere. 3-2 finale e rimonta completata.

Sarà quasi del tutto decisiva la prossima sfida del Vietnam contro l’Iran, che dovrà provare in tutti i modi a fare punti, così da sperare, a meno di sorprese, di raggiungere un terzo posto che gli permetta di accedere agli ottavi di finale. Per l’Iraq invece c’è la più che abbordabile sfida contro lo Yemen.

CLASSIFICA IRAN 3 IRAQ 3 VIETNAM 0 YEMEN 0

Iran-Yemen 5-0 (’12 Taremi, 23′ Al Sowadi (og), 25′ Taremi, 53′ Azmoun, 78′ Ghoddos)

Iraq-Vietnam 3-2 (35′ Ali, 60′ Tariq, 90′ Adnan\ Atiyah (og) 24′, Nguyen Cong Phuong)