La TOPXI della prima giornata della fase a gironi della Asian Cup 2019. Il capitano dell’India, Sunil Chhetri e’ l’MVP della formazione.

Portiere: AMER SHAFI (GIORDANIA-Shabal Al Ardon)

Uno dei migliori in campo nella storica vittoria contro i campioni in carica dell’Australia. Assolutamente decisivo in un paio di interventi per mantenere la propria porta inviolata dal tentativo di rimonta dei Socceroos.

Difensore sinistro: ALI ADNAN (IRAQ-Atalanta)

L’atalantino decide la partita con un magnifico calcio di punizione infilato sotto l’incrocio dei pali al 95′. E’ grazie a lui che l’Iraq riesce a battere il Vietnam sul punteggio di 3-2

Difensore Centrale: ANAS BANI YASEEN (GIORDANIA-Al Faisayl)

La Giordania ha costruito il proprio successo sull’Australia grazie alla difesa: il leader della retroguardia araba, Anas Bani Yaseen, oltre ad aver guidato con grande personalità l’intero reparto ha anche segnato la rete della vittoria

Difensore Destro: BASSAM HISHAM (QATAR-Al Duhail)

Il primo gol della nazionale qatariota viene da uno dei giovani più promettenti del piccolo stato arabo, il terzino destro Bassam, classe 1997 in forza all’Al Duhail, autore di una prova tutto campo. Corsa e tecnica, questo ragazzo è da tenere d’occhio viste anche le esperienze in Europa nelle squadre B di Celta Vigo e Kas Eupen

Laterale di sinistra: HEE CHAN HWANG (COREA DEL SUD-Hamburger HSV)

Grandissima prova del funambolico esterno coreano classe 1996 in forza all’Amburgo che serve l’assist decisivo per la rete che porta alla vittoria e crea tante occasioni per i compagni di reparto.

Centrocampista: MEHDI TAREMI (IRAN-Al Gharafa)

Inizia con il botto per il centrocampista dell’Iran Mehdi Taremi che nel giro di pochi minuti trova la doppietta personale nel 5-0 che i persiani hanno rifilato allo Yemen. Sarà uno degli uomini chiave nello scacchiere di Carlos Queiroz

Centrocampista: ABDULAZIZ AL BISHI (ARABIA SAUDITA-Al Faisaly)

Prova di grande personalità per il centrocampista saudita classe 1994, fonte di gioco per la squadra di Pizzi, serve due assist nella vittoria nella gara d’esordio per 4-0 contro la Corea del Nord.

Laterale di Destra: RITSU DOAN (GIAPPONE-Groningen)

Uno dei giocatori più attesi del torneo delude le aspettative nel primo tempo, anche a causa di un suicidio tattico di Moriyasu che lo schiera in una posizione non sua, nel ruolo di mezzala. Il talento di Ritsu Doan emerge tutto nel secondo tempo, con un delizioso tiro a giro con cui segna il terzo gol dei Blue Samurai

Seconda Punta: SUNIL CHHETRI (INDIA-Bengaluru)

Senza ombra di dubbio, l’attaccante della nazionale indiana Sunil Chhetri rappresenta l’MVP di questo primo turno della fase a gironi: doppietta alla Thailandia e 67mo centro con la maglia della sua India. Semplicemente leggendario.

Attaccante: HWANG UI JO (COREA DEL SUD-Gamba Osaka)

Uno degli attaccanti centrali più interessanti in questa Coppa D’Asia timbra subito il cartellino segnando l’unico gol della Corea del Sud contro le Filippine. Subito decisivo l’attaccante del Gamba Osaka con una prova dove l’abbiamo visto svariare sul fronte offensivo e dialogare con i compagni

Attaccante: YUYA OSAKO (GIAPPONE-Werder Brema)

Agilità e tecnica all’interno dell’area di rigore, Yuya Osako nella ripresa è semplicemente stato devastante per la difesa del Turkmenistan, incapace di contenerlo. Doppietta per l’attaccante del Werder Brema, autore di una prestazione di grande livello

Miglior allenatore: STEPHEN CONSTANTINE (INDIA)

Il tecnico inglese è uno dei maggiori artefici delle rinascita del calcio indiano a livello di nazionale. Constantine ha messo in campo una formazione molto compatta, in grado di colpire in maniera letale la Thailandia in fase di ripartenza. Il 4-1 finale era quanto di più lontano ci si poteva aspettare alla vigilia del match.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.