Lo scorso 28 ottobre, il Bayern Monaco e il Qingdao-Sino German Park hanno firmato un accordo all’ambasciata cinese di Berlino. Le due parti istituiranno la prima “Bayern Munich Training School” in Cina.

Si fa sempre più forte dunque la presenza del Bayern Monaco in Cina, un mercato che i bavaresi fino ad ora hanno saputo sfruttare benissimo grazie alla cura di alcuni dettagli, in particolare sui social network, che gli hanno permesso di diventare la squadra più popolare in Cina assieme al Manchester United, spodestando il Real Madrid. Grazie alle costanti attività su Sina Weibo e WeChat, i social più popolari in Cina, e i prezzi delle divise ufficiali meno cari rispetto alla concorrenza, i tedeschi si sono costruiti un importantissima fan base, che gli ha permesso di guadagnare ben 9 milioni di euro nel tour estivo di quest’estate fra Pechino e Shanghai.

Il Bayern Monaco non rappresenta un eccezione, dato che molte squadre tedesche sono presenti in Cina, oltre alle più popolari Wolfsburg e Borussia Dortmund, le quali hanno già istituito le proprie scuole calcio, anche entità più piccole come Koln e HSV Hamburger hanno stretto partnership con club professionisti, rispettivamente Liaoning Whowin e Shanghai Sipg, il che gli permetterà di espandere il proprio brand e monitorare da vicino lo sviluppo giovanile.

La scelta di Qingdao per il Bayern Monaco non è casuale, dato che Qingdao, importantissima città della regione settentrionale dello Shandong (nella quale sono stati inaugurati gli studios della Dalian Wanda, la Hollywood cinese), è l’epicentro dell’accordo federale stretto fra Germania e Chinese Football Association nel 2012.

Secondo quanto stipulato nell’accordo, gli studenti cinesi della Bayern Munich Football Training School avranno anche la possibilità di formarsi in Germania, in un percorso di specializzazione che riguarderà anche gli allenatori. La nuova struttura occupa un’area da 3 chilometri quadrati per un investimento da 80 milioni di yuan, con campi da calcio di tutte le dimensioni (da 5, da 7 e da 11), palestre e piscine. Una struttura all’avanguardia che sicuramente contribuirà allo sviluppo del calcio di Qingdao… e l’economia del Bayern Monaco