Questa seconda settimana di calciomercato in Cina si è infiammata con gli arrivi a Shanghai di Stephan El Shaarawy e Kim Shin Wook, sponda Shenhua, e di Marko Arnautovic allo Shanghai Sipg, pronto a rimpiazzare Elkeson. Di queste trattative e dei loro risvolti abbiamo già parlato in maniera approfondita durante la settimana (leggi qui e qui), vediamo dunque quali sono state le altre trattative concluse in questi ultimi giorni.

Transfermarkt CSL: clicca qui
Transfermarkt CL1: clicca qui

Il Movimentato mercato del Guangzhou Evergrande

Come annunciato nello scorso episodio, la squadra di Fabio Cannavaro ha ufficializzato il ritorno di Elkeson dallo Shanghai Sipg, il quale ha già debuttato e segnato con la sua nuova (vecchia) maglia nella vittoria esterna per 0-3 sul campo del Tianjin Teda.

https://twitter.com/Calcio_8Cina/status/1149318177769181185

Stando a quanto emerso sino ad ora, i quattro stranieri che concluderanno la stagione dell’Evergrande, oltre ad Elkeson saranno Anderson Talisca (che sta recuperando dall’infortunio), Paulinho e Park Ji Su. Dunque escluso il difensore Tyas Browning, in lizza per la naturalizzazione. L’inglese, che ancora non ha ancora ottenuto il passaporto cinese, sta riscontrando delle difficoltà: dato che Tyas vanta un nonno cinese egli può diventare cittadino della RPC, ma non è sicuro che possa rappresentare la Nazionale, in quanto egli ha disputato un match di Livello A con la nazionale inglese U21, nella fattispecie una partita degli Europei. Tyas Browning non potrà essere girato in prestito, ma sarà relegato fra le riserve, in quanto i giocatori che sono nel bel mezzo del processo di ottenere la nuova cittadinanza non possono cambiare squadra.

Anche Ricardo Goulart, rientrato dal prestito al Palmeiras, non rientra nel quartetto degli stranieri del Guangzhou Evergrande. Il suo infortunio al ginocchio sembra essere più grave del previsto ed i tempi di recupero più lunghi. Si prospetta un prestito ad una compagine cinese per il brasiliano, il quale potrà essere naturalizzato solamente il prossimo anno.

Chi può ottenere il passaporto cinese nel 2020 è anche Fernandinho, il quale lascia ufficialmente il Chongqing Dangdai dopo tre stagioni e mezzo (102 presenze e 25 gol) per divenire proprietà del Guangzhou Evergrande. Avendo però, la squadra di Cannavaro esaurito gli slot per gli stranieri, manderà il brasiliano a giocare in prestito nell’Hebei Fortune.

I movimenti in uscita riguardano anche calciatori cinesi che non sono riusciti a imporsi nell’undici titolare: il centrale difensivo Hu Ruibao si aggrega all’Henan Jianye, mentre il promettente centrocampista He Chao passa allo Jiangsu Suning.

 

Guarin lascia la Cina

Con gli approdi allo Shanghai Shenhua di Stephan El Shaarawy e Kim Shin Wook, lo Shanghai Shenhua ha deciso di escludere dal quartetto degli stranieri Guarin, il quale lascia la Chinese Super League dopo tre stagioni e mezzo nelle quali ha vinto una Chinese FA Cup nel 2017. In questa stagione, Guarin, mai apparso in forma, ha giocato 14 partite in campionato andando a segno una sola volta. Per il colombiano si prospetta un ritorno in Italia con l’Atalanta.

 

Due grandi colpi per il Tianjin Tianhai

Doppio colpo in entrata per il Tianjin Tianhai fanalino di coda in Chinese Super League. In difesa, a rimpiazzare Kyung, tornato in patria al Jeonbuk, giunge il 25enne connazionale Ju Hu Song, roccioso centrale classe 1994 proveniente dal Gyeognam, con cui quest’anno ha disputato 14 partite fra campionato e Champions. Un colpo decisamente low cost dato che il Tianjin Tianhai ha pagato al club coreano solo 350 mila euro.

Ma il grande colpo per il Tianjin Tianhai porta il nome di Leonardo, ala sinistra brasiliana di 32 anni che arriva a titolo gratuito dall’Al Jaazira. Leonardo nella stagione 2016 è stato autentico protagonista della vittoria in AFC Champions League con il Jeonbuk segnando una doppietta nella finale d’andata contro l’Al Ain. Nell’ultima stagione negli Emirati Arabi Uniti Leonardo ha segnato 12 gol in 25 partite con l’Al Jaazira e si pone come un rinforzo di grande qualità per il Tianjin Tianhai con un potenziale tridente tutto verdeoro con Alan Carvalho e Renatinho.

 

Dyego Sousa allo Shenzhen

https://twitter.com/FcShenzhen/status/1148899510250328064

Dopo l’ufficializzazione del camerunese John Mary dal Meizhou Hakka, lo Shenzhen Kaisa acquista dal Portogallo un altro attaccante, Dyego Sousa (29), proveniente dal Braga, con il quale la scorsa stagione ha segnato in campionato 15 gol in 33 gare. Con i due arrivi, a causa del limite sugli stranieri, lo Shenzhen Kaisa lascerà partire gli attaccanti Ola Kamara e Harold Preciado, quest’ultimo out per infortunio.

 

Al Beijing Renhe torna Luis Garcia Plaza

In settimana il Beijing Renhe penultimo in classifica, ha esonerato il serbo Aleksandar Stanojevic per richiamare alla guida del club  Luis Garcia Plaza. Lo spagnolo ha guidato il Beijing Renhe nel 2017 verso la promozione in Chinese Super League concludendo il campionato in massima divisione all’ottavo posto. Dopo i due anni a Pechino, Luis è approdato al Villareal, un’esperienza rovinosa che si è conclusa con l’esonero dopo sole 9 partite, di cui una sola vinta.

 

Tutti i colpi della League One

In China League One, la seconda divisione cinese: l’attaccante serbo Stefan Drazic arriva allo Changchun Yatai dal club ungherese Mezokovesd. Per Stefan 11 gol in 33 partite nell’ultimo campionato d’Ungheria.

Anche il Meizhou Hakka pesca dalla Serbia, prelevando il centrocampista offensivo Lazar Arsic dal Vozdovac, con cui nell’ultima stagione ha disputato 33 gare e segnato 5 gol.

Il fanalino di coda Shanghai Shenxin si rinforza con l’attaccante brasiliano venticinquenne Alex, il quale era svincolato. L’ultima esperienza di Alex è stata in seconda divisione giapponese  al Kagoshima United.

Trasferimento interno con la squadra seconda in classifica, l’Hohhot che cede allo Shaanxi Chang’an Athletic il nigeriano John Owoeri, il quale in questa stagione ha disputato solo tre partite.