Nella giornata di ieri, il club di Nizza, l’OGC Nice, è passato in mani ai cinesi per l’80% grazie a un investimento da 20 milioni di euro effettuato da Chien Lee e Alex Zheng del Plateno Hotel Group, un gruppo leader nel settore alberghiero e del turismo.

Mr. Lee ha fondato la CS Capital a New York nel 2004, un fondo immobiliare privato focalizzato sugli investimenti nel territorio asiatico. Nell’ottobre dello stesso anno, assieme a Alex Zheng ha dato vita alla 7 Days Group Holdings Limited, leader nelle catene di alberghi in Cina e quotata in borsa a New York. Il 7 Days ha cambiato nome nel corso degli anni diventando Plateno Hotels Group. La compagnia si è evoluta esponenzialmente, partendo con 160 economy hotel fino ad arrivare ai 2500 attuali, incluse partnership con gli Hilton Hotel.
Nel febbraio 2016 la fusione con lo Shanghai JinJiang Hotel Group (quotato in borsa a Honk Kong), che ha acquistato l’81% del Plateneo Group per 1.5 miliardi di dollari. Grazie all’unione fra le due compagnie, il JinJiang Group è diventato il quinto gruppo alberghiero al mondo, con 6000 alberghi, 640.000 camere in 55 paesi e oltre 100 milioni di clienti ogni anno.

Perché Chien Lee e Alex Zheng hanno investito in Francia? Prima d’allora l’espansione del Plateneo Group riguardava solamente il sudest asiatico, in particolar modo il Vietnam, grazie alla società (canadese) di Lee, l’Asian Coast Development, con la quale è stato avviato il progetto Ho Tram Strip Vietnam, per un investimento da 4 miliardi di dollari, con la costruzione di una catena di alberghi a cinque stelle e ben 18 campi da golf.
Come ben sappiamo, Nizza è rinomata per gli alberghi di lusso, e l’approdo della Plateneo non è nuovo sul suolo francese. Nell’ottobre del 2015 infatti è nata l’Albar Hotel Collection, dall’unione della Plateneo Hotel Group e della Paris Inn Group, dando vita così alla prima compagnia alberghiera sino-francese. Il partner di Plateneo in Francia è presieduto da Jean-Bernard e Céline Falco, discendenti della famiglia che fondò la catena alberghiera nel 1923, e che oggi conta 31 hotel a cinque stelle per un ricavato annuale che si aggira sugli 80 milioni di euro.

Cosa ne sarà dell’OGC Nice, squadra che non solleva un trofeo dal 1997? Considerati gli scenari sarà difficile osservare pesanti investimenti nel settore calcistico per pura passione da parte di Chien Lee e Alex Zheng, che sfrutteranno questa opportunità in primis per ritagliarsi un’ulteriore fetta di mercato nel loro settore.