Con una prestazione di grande cuore e grinta lo Shandong Luneng, trascinato da un “caldissimo” Jinan Olympic Stadium, si aggiudica la gara d’Andata della Chinese FA Cup. Nemmeno a dirlo decisivo Graziano Pellé, che dagli 11 Metri realizza l’unica rete della gara.

90′ minuti caratterizzati da intensità e fisicità in ogni zona del campo, che rendono più che piacevole fin dai primissimi scambi, una delle sfide più attese di questo finale di stagione. Lo Shanghai Shenhua, allenato dal Coreano Choi Kang-hee , punta sull’estro degli “stranieri”: Giovanni Moreno, Kim Shin-wook ed El Shaarawy; Li Xiaopeng, Manager degli “Orange Fighters“, risponde con un 4-2-1-1 con il belga Marouane Fellaini alle spalle del Bomber Leccese. Dopo 40′ di gioco, decisamente divertenti e ricci di capovolgimenti di fronte, a rompere l’equilibrio è proprio il 9 dello Shandong Luneng che dal dischetto spiazza l’esperto Li Shuai facendo letteralmente esplodere lo stadio di casa.

La risposta dello Shenhua non si fa attendere: l’ingresso di Odion Ighalo, capocannoniere dell’ultima Coppa d’Africa, nella ripresa subentrato ad un opaco “Faraone”, rendono la seconda frazione se possibile ancora più imprevedibile ed interessante. Sono “costretti” a salire in cattedra i due estremi difensori: sugli scudi Wang Dalei che in un paio di occasioni si rende decisivo con parate di grandissima qualità, confermandosi portiere di ottimo livello.

Ancora una volta però è Graziano Pellé ad andare vicinissimo alla rete del 2-0: il classe ’85 sfrutta una disattenzione dello Shenhua per colpire, di mezzo esterno, a tu per tu con Li Shuai, solo la traversa blocca in gola l’urlo di gioia dell’attaccante italiano. Gli ultimi minuti regalano ancora emozioni da una parte all’altra del campo, il punteggio però non cambia e regala agli uomini di Li Xiaopeng un sogno che sembra più che mai realizzabile…

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.