Lo scorso weekend si è svolto il secondo turno della Chinese FA Cup, con squadre della terza divisione e dalle leghe dilettantistiche.

Avanza al round successivo lo Sichuan Jiuniu targato City Football Group, che batte per 2-0 in casa il Dalian Chanjoy, appartenente sempre alla China League Two. Non riescono ad avanzare invece le altre squadre di proprietà straniera: gli olandesi del Qingdao Red Lions (neopromossi in League Two) vengono sconfitti ai rigori dallo Zhejiang Yiteng dopo l’1-1 dei tempi regolamentari. Il Beijing institute Technology degli spagnoli invece perde in casa del Taizhou Yuanda per 1-0.

Volano al terzo turno invece i tibetani del Lhasa UCI (anche loro neopomossi in League Two), che dopo lo 0-0 dei tempi regolamentari battono ai calci di rigore lo Jiangxi Liansheng. Rimangono in corsa solamente tre squadre delle leghe dilettantistiche: il Nanning Bianjiang, che ha demolito L’Inner Mongolia Chaoshangfei per 3-0; il Wuhan Athletics (6-2 al Taizhou Aizhilu) e lo Shanghai Jiading, che ha rifilato un netto 4-0 allo Yanbian Beiguo.

Il prossimo turno, a sorteggio libero, vedrà l’ingresso nella competizione delle squadre della China League One. Nel caso una di quest’ultime venga sorteggiata contro una compagine di categoria inferiore non potrà schierare i propri stranieri, dato che sia le squadre di League Two, che quelle dilettantistiche, non hanno la possibilità di tesserare giocatori non cinesi.