Nella giornata di ieri abbiamo assistito all’ultima partita di calcio cinese prima della sosta dei Mondiali: l’andata dei quarti di finale di Chinese FA Cup che ha visto il Beijing Guoan trionfare per 2-1 su uno Shaghai Sipg sprecone, al Worker’s Stadium di Pechino.

Di fronte a 40.000 spettatori le due squadre si sono date battaglia senza esclusione di colpi, dando vita ad uno dei match più entusiasmanti della stagione fra occasioni continue e ribaltamenti di fronte, nel quale anche il VAR ha assunto un ruolo da protagonista.

Parte decisamente meglio il Beijing Guoan, che va a gonfiare la rete con Cedric Bakambu, ma la rete viene annullata dal fuorigioco segnalato dal VAR. Passano pochi minuti e questa volta a sbloccare definitivamente le marcature è lo spagnolo Vieira, che raccoglie l’assist al volo del connazionale Soriano e batte il colpevole Yan Junlin, non impeccabile sull’intervento in tuffo.

Lo Shanghai Sipg di Vitor Pereira si riversa in avanti dando l’impressione di essere nettamente superiore dal punto di vista fisico, ma Wu Lei, la star cinese della squadra, spreca molteplici occasioni da gol. Al 33′ Hulk pareggia i conti con uno splendido calcio di punizione che si infila sotto l’incrocio dei pali.

Nel finale di primo tempo Cedric Bakambu centra la traversa, mentre nella ripresa si scatena Hulk, che viene fermato però a più riprese da Guo Quanbo, portiere ventenne del Guoan autore di una prestazione davvero esaltante. Al 55′ l’episodio che decide la partita: Wang Shenchao falcia in area di rigore Zhang Xizhe e l’arbitro concede il rigore dopo la consultazione del VAR. Sul dischetto si presenta Jonathan Soriano che spiazza Yan Junlin e fa 2-1.

Il confronto è ancora aperto e la partita di ritorno si disputerà il 24 luglio a Shanghai. In casa però, il Sipg di Oscar e Hulk, ha già ospitato il Beijing Guoan e anche in quell’occasione le Imperial Guards vinsero per 2-1. Che sia questo l’anno buono per la rinascita delle Imperial Guards?

Noi di Calcio8Cina eravamo presenti alla partita allo Stadio dei Lavoratori. Dopo il match ci siamo diretti al Republik, pub italiano nei pressi dell’impianto sportivo, dove ci siamo ritrovati con i membbri della Royal Army (gruppo ultras del Guoan) e alcuni tifosi dello Shanghai Sipg (stranieri e cinesi) fra vagonate di birra e cibo, a parlare della partita e delle nostre esperienze di tifosi. Ecco alcune foto della serata, fra cui una maglia provocatoria con su scritto, ‘Love Football, Hate CFA’, per la quale seguiranno approfondimenti.