Mancano sette giornate alla fine della Chinese Super League 2019, e con una lotta Champions ormai dedicata alla finale di coppa di Cina tra Shandong Luneng e Shanghai Shenhua, dove saranno previste due partite rispettivamente il 1 Novembre e il 12 Dicembre, ci godremo lo scontro al vertice per la conquista del titolo tra il Guangzhou Evergrande di Cannavaro, il Beijing Guoan e l’altra squadra di Shanghai: il SIPG di Vitor Pereira.

La corsa al titolo

E’ difficile immaginare uno scenario più competitivo di questo, le tre squadre infatti non potranno commettere neanche un passo falso da qui fino ai primi Dicembre, tra la squadra di Guangzhou e quella di Shanghai girano solamente sei punti, con ben due scontri diretti in palio. Dall’altro lato la sconfitta dell’11 Agosto subita dai Pechinesi per 3-1 contro la squadra di Talisca e Paulinho brucia ancora, ma la matematica sembra ancora non aver condannato nulla.

Hulk – Shanghai Sipg

Sembrerebbe un miracolo una risalita al titolo da parte del SIPG, costretta ad affrontare già nella prossima partite la temibile squadra di Pellè e Fellaini, lo Shandong Luneng che ha incassato sonore sconfitte prima di riprendersi contro l’Hebei Fortune, occhio anche al fattore fuori casa. Il miracolo sembrerebbe ancor più difficile se guardiamo al futuro, dove la squadra di Hulk e Oscar dovrà affrontare prima, alla ventiseiesima, il Beijing Guoan, sconfitto all’andata, e poi alla ventottesima il Guangzhou Evergrande, dove quest’ultimo si è imposto per due reti a zero.

Renato Augusto - Beijing Guoan
Renato Augusto – Beijing Guoan

Genesio e i suoi della Capitale al secondo posta non dovrebbero avere fatica a superare la squadra di Shenzhen già nella prossima partita, anche se quest’ultima potrebbe provare a dare il tutto per tutto in ottica salvezza. Stesso discorso vale per la giornata venticinque, un Tianjin Tianhai potrebbe giocare il tutto per tutto. A fine Ottobre la partita contro l’altra squadra di Tianjin, il Teda, non si può definire scontata, nonostante la sua posizione a metà classifica.

All’ultima giornata, Nico Yennaris e i suoi passeranno da casa per affrontare la squadra di Pellè, lo Shandong Luneng avrà già affrontato la prima delle due partite per decidere la coppa, lo scontro potrà essere ostico e variabile a causa del morale dei giocatori di Li Xiaopeng.

Guangzhou Evergrande – capolista con 59 punti

Spostiamoci ora molto più a sud, nella provincia del Guangdong, dove la squadra allenata da Cannavaro e portata in alto a suon di Goal da Elkeson (o dovremmo dire Al Kesen?) e Paulinho. Sembrerebbe assurdo vedere la squadra che difatti ha comandato la Chinese Super League 2019 perdere punti proprio nel rush finale. Il Guangzhou ha una media realizzativa fantastica, con partite che di solito superano i due goal e con ben 54 reti realizzate, miglior attacco e miglior difesa del campionato. Dalla sua abbiamo anche il miglior calendario possibile, con un solo scontro diretto contro il SIPG il 22/11, per il resto sembrano in discesa gli scontri contro il Jiangsu Suning e il Wuhan, entrambi salvi. Occhio alla partita contro Shenzhen alla ventiseiesima, possibili punti in chiave salvezza potrebbero aiutare la squadra del profondo sud cinese. Lo scontro diretto contro il SIPG si svolge in casa, e potrebbe segnare per sempre il destino della squadra di Shanghai, mentre le ultime due partite contro Hebei Fortune la finalista della coppa di Cina, lo Shanghai Shenhua, potrebbero essere complicate.

Il 24mo turno della Chinese Super League

All’interno di questo contesto fatto di variabili e scontri diretti, sembra difficile scrivere la trama per le ultime partite della CSL 2019, lo scontro al vertice tra le due acerrime nemiche Guangzhou e Beijing Guoan potrebbe tenerci col fiato sospeso in caso di vittoria della terza squadra in corsa in tutti e due gli scontri diretti. I 6 punti di distacco della terza e i 5 punti della seconda avvolgeranno il clima cinese da Settembre a Dicembre. Siamo pronti a goderci lo spettacolo.

La lotta salvezza

Non si può dire che sia stato il miglior anno per il Beijing Renhe, ultimo a soli 12 punti e a meno sei dalla penultima, con ben 17 sconfitte e 48 reti subite. Dallo scenario apocalittico delle ultime cinque in classifica non possiamo non parlare del Tianjin Tianhai, che dopo lo scandalo dello scorso inverno, non ha passato la sua miglior stagione, con sole 2 vittorie all’attivo e ben 12 pareggi, la squadra è tuttora al quindicesimo posto con soli 18 punti. A 18 punti è anche la squadra di Shenzhen, che però ha una partita in meno. Da inserire nella lotta salvezza ci sono anche lo Shanghai Shenhua, con 23 punti e una partita in meno (proprio contro la terzultima) e lo Hebei Fortune, a 23 punti in 23 partite giocate.

Fengtai Stadium – Beijing Renhe

Partiamo dal basso, il Beijing Renhe è la squadra che molto più probabilmente ci saluterà quest’anno e andrà in League One. La squadra difatti non vince da Giugno, dopo due vittorie consecutive inusuali ha conquistato tutte sconfitte e un solo pareggio. Le prime due partite potrebbero riservare qualche novità, vedremo infatti i Pechinesi affrontare un già salvo Chongqing e poi un Guangzhou R&F che segna la fine della zona retrocessione (anche se non matematicamente). Attenti alla ventisettesima, uno scontro diretto che potrebbe destabilizzare l’ambiente contro un Tianjin Tianhai che dovrà rincorrere lo Shenzhen che potrebbe anche arrivare a 21 punti se vincesse contro lo Shenhua  a causa della partita posticipata. La penultima partite è anche tutta da giocare, proprio contro la finalista che si gioca il posto in Champions: lo Shenhua non vorrà commettere brutte figure in vista della giornata di ritorno della finale. L’ultima partita sarà disputata contro il Dalian di Hamsik, che è già salvo.

Alan Carvalho – Tianjin Tianhai

Il Tianjin Tianhai è la squadra che ha collezionato meno vittorie in campionato. Una fase di transizione disastrosa tra la scorsa e questa CSL, uno scandalo che ha portato via investimenti, presidente e morale ai tifosi. I suoi 18 punti sono stati conquistati a suon di pareggi, la squadra dei brasiliani Leonardo e Renatinho dovranno affrontare come già detto il Beijing Guoan e lo scontro diretto contro i pechinesi. La penultima vedrà lo scontro in casa fondamentale contro il Dalian, l’ultima invece verrà disputata fuori casa, contro il Jiangsu Suning. Un calendario per l’altra squadra di Tianjin che sembra allo stesso tempo difficile e semplice, ma che con un ritmo così disastroso, potrebbe già aver segnato la squadra azzurra.

Roberto Donadoni – Shenzhen Kaisa

Al terzultimo posto invece troviamo la squadra di Shenzhen, la squadra di Donadoni ha in mano il bonus della partita in più, anche se ostica in chiave salvezza perché arriva contro un SIPG motivato dalla finale e da una vittoria di quest’ultima che la spazzerebbe via dalla lotta alla salvezza, scalciando nel baratro la squadra di Shenzhen. La prima partita da affrontare è già difficile, contro un Beijing Guoan agguerrito per la lotta al titolo. La seconda partita vedrà svolgersi contro il Dalian Yifang, uno scontro che potrà serbare delle sorprese in caso di caduta della squadra a metà classifica. La ventiseiesima di fatto segnerà il destino della squadra, lo scontro in casa contro i primi in classifica, il Guangzhou Evergrande, farà tremare le ultime tre postazioni, con un Tianjin che in caso di vittoria potrebbe sorpassare la squadra e inviandola al penultimo posto. La terzultima partita, contro il Tianjin Teda, e l’ultima contro il SIPG, difatti, rende la partecipazione alla prossima CSL molto difficile per lo Shenzhen. Il calendario più difficile sembra proprio spettare agli uomini di Donadoni.

Anche qui la lotta alla salvezza è parecchio interessante, onestamente non sappiamo cosa aspettarci, con un Beijing Renhe con un piede già nella fossa spetta al Tianjin e a Shenzhen il compito di rimanere in CSL per ripartire da zero l’anno prossimo.

Un calendario difficile potrebbe però non venire compromesso da una forma fisica dei penultimi in classifica praticamente disastrosa. Ne vedremo delle belle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.