Il ventiduesimo turno della Chinese Super League lo ricorderemo forse come lo spartiacque che ha deciso il campionato. Nel big match del venerdì infatti il Guangzhou Evergrande di Fabio Cannavaro ha battuto per 1-0 il Beijing Guoan grazie alla rete nel recupero di Anderson Talisca. Le Tigri del Canton si portano così al secondo posto in attesa del match di martedì, il recupero della tredicesima giornata contro lo Shanghai Sipg capolista di Oscar e Hulk in un altro confronto decisivo per lo scudetto

Anticipi: Sipg a forza 5, Talisca decide il big match

Doveva essere uno spot per la Chinese Super League e così è stato! 90′ minuti, più recupero, intensi e combattuti: continui ribaltamenti di fronte e tanta, tantissima intensità. Prima frazione che vede il dominio territoriale dell’Evergrande che in più di un’occasione con Talisca sfiora il vantaggio, Beijing Guoan che si difende con ordine e inizia la ripresa con maggior disinvoltura e dinamismo che non fa che aumentare ulteriormente il livello del gioco in campo. Al 60′ la svolta della partita: Renato Augusto sbaglia clamorosamente un calcio di rigore concesso generosamente su presunto fallo di mano di Mei Fang, cambiando completamente in questa maniera l’inerzia della partita… Al minuto 73′ Goulart trova finalmente il gol del più che meritato vantaggio per il Guangzhou Evergrande, annullato dopo il Check del Var per fallo del capitano Zheng Zhi, autore dell’assist, su Cedric Bakambu. Il gol del vantaggio è solo rimandato e al minuto ’91 Talisca,servito sul filo del fuorigioco, realizza il 12′ gol in 10 presenze in CSL. Sarà quello decisivo per la lotta al titolo?

Prestazione impressionante dello Shanghai Sipg che conferma le attese della vigilia spazzando letteralmente il Tianjin Teda, sembrato davvero poca cosa senza Frank Acheampong. 20′ gol stagionale per Wu Lei sempre più capocannoniere della Chinese Super League con 20 reti, doppietta di Oscar e i soliti Hulk ed Elkeson a marcare gli ultimi 2 gol, di marca Sipg, della serata. Il recupero di martedì contro il Guangzhou Evergrande ci dirà molto sulla lotta al titolo…

Il primo match del 22 turno di Chinese Super League vede opposti il Tianjin Quanjian di Paulo Sosa al Dalian Yifang di Bernd Schuster. Gli ospiti approfittano dell’ampio turnover dell’allenatore ex Fiorentina, in previsione del ritorno dei quarti di finale di Asian Champions League, per guadagnare 3 punti fondamentali per allontanarsi ulteriormente dalla zona retrocessione. Decisivo il giovane Shuai Li, classe ’95 che batte Zhang Lu al minuto ’73 sfruttando l’assist involontario di Mushekwi.

Guizhou condannato, prima vittoria per il Chongqing di Cruijff

Immagine

Nella giornata di sabato, il Chongqing Dangdai di Jordi Cruijff ottiene la prima vittoria (1-0) con il tecnico olandese battendo nello scontro diretto per la salvezza l’Henan Jianye, allenato dall’ex della partita, il coreano Woe Ryong Chang. Decide il match il colpo di testa della punta brasiliana Alan Kardec, che permette alla sua squadra di scavalcare proprio l’Henan in classifica e portarsi fuori dalla zona retrocessione.

Chi oramai è condannato alla retrocessione è il Guizhou Hengfeng, sconfitto nettamente in casa dello Changchun Yatai di Odion Ighalo. Il nigeriano sblocca le marcature su rigore e raggiunge i 18 centri in Chinese Super League (secondo posto nella classifica marcatori). A segno anche gli altri due stranieri nella ripresa, Pejcinovic e Mierzejewski.

Zona Champions: Pellè trascina lo Shandong, lo Jiangsu perde terreno

Immagine

Tre punti fondamentali per la zona Champions per lo Shandong Luneng di Graziano Pellè, che aumenta a sei i punti di vantaggio sullo Jiangsu Suning. Gli Orange Fighters vincono per 2-1 in casa contro il Guangzhou R&F (orfano di Eran Zahavi). A segno proprio Pellè (undicesimo centro stagionale in campionato) e l’esterno Jin Jingdao nella ripresa. Per i Blue Lions Renatinho accorcia le distanze con uno splendido calcio di punizione. Nell’ultimo quarto d’ora lo l’attaccante dello Shandong, Diego Tardelli, sbaglia un calcio di rigore.

Finisce 1-1 il Delta Yangtze Derby fra Shanghai Shenhua e Jiangsu Suning. Gli ospiti sbloccano le marcature alla fine del primo tempo con Alex Teixeira grazie all’assist servito dall’ex nerazzurro Eder (in campo anche Gabriel Paletta). La ripresa si apre invece con la rete dello Shenhua, con il tap in di Demba Ba grazie all’iniziativa nata da una giocata di Freddy Guarin.

Nell’ultima partita di giornata, l’Hebei Fortune di Lavezzi e Mascherano espugna Pechino battendo 0-2 il Beijing Renhe grazie alla doppietta dell’attaccante marocchino El Kaabi fra primo e secondo tempo. A fine della prima frazione il senegalese Diop può riequilibrare il punteggio ma si fa ipnotizzare da Cheng e sbaglia il calcio di rigore.

RISULTATI

Tianjin Quanjian – Dalian Yifang 0-1 (Li Shuai 73′)

Tianjin Teda – Shanghai Sipg 2-5 (da Silva 5′,Yuanyi 80’/ Wu Lei 12′, Oscar 42′,76′, Hulk 60′, Elkeson 64′)

Guangzhou Evergrande – Beijing Guoan  1-0 (Talisca 92′)

Chongqing Dangdai Lifan 1 (20′ Alan Kardec) Henan Jianye 0

Shanghai Greenland Shenhua 1 (49′ Demba Ba) Jiangsu Suning 1 (45′ Alex Teixeira)

Changchun Yatai 3 (35′[pk] Ighalo, 50′ Pejcinovic, 82′ Mierzejewski) Guizhou Hengfeng 0

Shandong Luneng 2 (10′ Pellè, 53′ Jingdao) Guangzhou R&F 1 (59′ Renatinho)

Beijing Renhe 0 Hebei Fortune 2 (22′, 64′ El Kaabi)

CLASSIFICA