Oggi è stata firmata, molto probabilmente, non solo la parola fine sulla Chinese Super 2017-2018, quanto una delle più belle pagine di sempre nella storia del calcio cinese.

Anticipi

La prima importante notizia del 28° turno di Chinese Super League arriva dal campo del Guizhou Hengfeng che con la sconfitta odierna deve dire addio, almeno per la prossima stagione, alla prima serie cinese. Il Guangzhou R&F condanna la squadra di Steve Trawally grazie alle reti di Lu Lin ma soprattutto dell’israeliano Eran Zahavi arrivato a quota 21 centri in stagione.

Vittoria interna importante per lo Shandong Luneng, che riesce in questa maniera ad allungare ulteriormente sul Beijing Guoan fermato lontano da casa dal Tianjin Quanjian, sempre più decisivo ed al centro del gioco il brasiliano Roger Guedes. Succede tutto nella prima frazione: prima il giovane Liu Yang, difensore classe ’95 arrivato alla terza rete stagionale, poi Gil, capitano vista l’assenza di Diego Tardelli, a chiudere la contesa proprio su assist dell’imprevedibile trequartista 23enne.

3 punti d’oro per l’Henan Jianye che si porta con la vittoria odierna a quota 31 punti agganciando il Changchun Yatai. La squadra di Zhengzhou espugna il campo dello Shanghai Shenhua con doppietta di Ricardo Vaz Te portandosi momentaneamente a più tre sul penultimo posto.

Non è stato un semplice Spot per la Chinese Super League, non è stata la definitiva consacrazione di Wu Lei, non è stata la prima vera sconfitta nella carriera di Talisca, non è stata la rivincita di Hulk… Qualcosa di più, qualcosa che va, ovviamente, oltre i 90′ minuti di gioco. Difficile rendere a parole le emozioni, i capovolgimenti di fronte, l’energia, le polemiche di una sfida che resterà per sempre nella storia del campionato cinese. Succede di tutto fin dai primissimi minuti di gioco: ad aprire le marcature è l’improbabile gol di petto Lu Wenjun, poi Paulinho, di testa, a rimettere in parità il Match, Cai Huikang porta nuovamente in vantaggio la squadra di Vítor Pereira sfruttando una “sbavatura” di Feng Xiaoting, ma è ancora una volta il duo brasiliano Alan/Paulinho però a rimettere  la partita sui binari preferiti dalla rosa allenata Fabio Cannavaro con un 1-2 rapido quanto letale, a pochi istanti dalla fine della prima frazione di gioco. Nel secondo tempo sale in cattedra Yan Junling, decisivo già nella prima frazione, che prima salva su Talisca, gol che verosimilmente avrebbe chiuso la contesa e poi fa partire l’azione del 3-3 firmato Wu Lei. Gli ultimi 40 minuti sono ancora intensi e ricchi di occasioni da ambo le parti: lo Shanghai Sipg fa valere il maggior talento ma soprattutto la maggior spensieratezza e lucidità, data dalla giovane età dei migliori interpreti (Ke Shi/He Guan sono classe ’93, Oscar/Wu Lei classe ’91), per trovare prima in maniera fortunosa il 4-3 poi il 5-3 di Hulk su calcio di rigore che regala i 3 punti più importanti di tutta la stagione alla rosa di Vitor Pereira. Manca un punto al paradiso, riusciranno Oscar/Hulk/Wu Lei a festeggiare il primo titolo della loro storia già nel prossimo turno di campionato?

A fare da contorno al clamoroso 4-5 della sfida “regina” del sabato sono le vittorie di Beijing Renhe, che festeggia grazie alla doppietta di Diop la permanenza in Chinese Super League e quella del Jiangsu Suning grazie alle reti di Texeira, che festeggia nel migliore dei modi la centesima in CSL e la doppietta dell’italo/brasilianoÉder Citadin Martins.

Classifica Chinese Super League 2018
# Società Partite +/- Pt.
Shanghai SIPG 28 44 65
Guangzhou Evergrande Taobao 28 44 60
Shandong Luneng Taishan 28 17 54
Beijing Sinobo Guoan 28 18 50
Jiangsu Suning 28 12 45
Shanghai Greenland Shenhua 28 -7 37
Hebei China Fortune 28 -4 36
Beijing Renhe 28 -12 36
Tianjin Quanjian 28 -8 32
Dalian Yifang 28 -20 32
Guangzhou R&F 28 -13 32
Changchun Yatai 28 -9 31
Henan Jianye 28 -15 31
Chongqing Dangdai Lifan 28 -7 29
Tianjin Teda 28 -11 29
Guizhou Hengfeng 28 -29 21

Guizhou Zicheng – Guangzhou R&F 0-2 (’13 Zahavi, ’42 Lu Lin)

Shanghai Shenua – Henan Jianye 0-2 (‘2, ’90 Vaz Te)

Shandong Luneng – Changchun Yatai 2-0 (’36 Yang, ’42 Gil)

Tianjin Quanjian – Beijing Guoan 0-0

Dalian Yifang – Beijing Renhe 1-2 (’12 Ting, ’18,’81 Diop)

Jiangsu Suning – Hebei Fortune 3-1 (’12 Texeira, ’61,’69 Eder/’73 Lavezzi (R))

Chongqing Lifan – Tianjin Teda 1-1 (’36 Henrique/’ 40 Da Silva)

Guangzhou Evergrande – Shanghai Sipg  4-5 (’30,’45 Paulinho,’43,’94 Alan/ ’14 L.Wen, ’40 Huikang, ’50 Wu Lei,’79 Chenglin(AU), ’89Hulk)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.