Oggi è cominciata la sesta giornata della Chinese Super League, con ben quattro incontri che si sono disputati. Il Guangzhou R&F continua a stupire e a vincere espugnando il campo del Suning per 2-1 grazie alla doppietta di Zahavi, confermandosi così al primo posto. Seguono Guangzhou Evergrande e Shanghai Sipg che quest’oggi hanno conquistato i trepunti, mentre il tianjin Quanjian di Cannavaro ottiene un pari a Pechino.

Zahavi trionfa su Teixeira

Il Guangzhou R&F continua a sognare e a confermarsi capolista della Chinese Super League con un’importantissima vittoria a Nanchino, con Zahavi che risponde alla rete di Teixeira nel primo tempo con una doppietta.

Critica la situazione in classifica per lo Jiangsu Suning, che deve fare ancora a meno di Roger Martinez, avendo conquistato solo due punti in sei match, ma soprattutto nessuna vittoria e un gioco che ancora stenta a decollare. La banda di Stojkovic, i Blue Lions di Guangzhou invece continuano a dare spettacolo e sono ancora imbattuti in campionato, pur contando l’assenza in questo turno del funambolo brasiliano Renaitinho in quest’ultimo match, tornato in Brasile per la nascita del figlio.

Nel primo tempo gli ospiti creano le migliori occasioni, soprattutto con Zahavi che si mangia un gol a porta vuota dopo soli tre minuti, mentre il centrocampista Lu Lin si vede negare un gol di testa grazie al miracoloso intervento in tuffo di Zhang Sipeng. A sbloccare le marcature nonostante tutto è il Suning con l’azione che parte dal lancio lungo dell’estero Cao Haiqing per Teixeira, che brucia in velocità il difensore Jiang Jihong e con un tiro tocco leggero gonfia la porta difesa da Cheng.

In apertura di ripresa, su suggerimento di Ramires è ancora Teixeira a rendersi pericoloso, con una rovesciata che però centra solo la traversa. Al 62’ il pareggio di Zhavi, con un bolide da fermo al limite dell’area che si infila sotto l’incrocio dei pali. Al 77’ la rete del sorpasso, un altro tentativo fulminante dell’israeliano, che in modo chirurgico centra l’angolo basso, dove il portiere non può arrivare.
Grazie ad un gioco spettacolare e all’enorme qualità degli stranieri, continua la grande cavalcata del Guangzhou

R&F, con Zahavi assoluto protagonista che guida la classifica marcatori con 6 reti in altrettanti match. Per lo Jiangsu invece le cose si mettono molto male e la prossima settimana arriva l’impegno in Champions in casa contro i coreani del Jeju, in un confronto inutile per la squadra di Choi Yong, dato che con due giornate di anticipo è già sicura del primo posto.

Tre punti per Guangzhou Evergrande e Shanghai Sipg

A tre lunghezze dai Blue Lions, al secondo posto balzano momentaneamente Guangzhou Evergrande e Shanghai Sipg, che rispettivamente hanno battuto Liaoning e Hebei Fortune.

Al Tianhe Stadium è andato in scena il confronto fra le uniche due squadre cinesi ad aver vinto la Champions League (il Liaoning nel 1990), con le Tigri del Canton, che fra estremi difficoltà e con un uomo in meno, riescono a ribaltare il risultato vincendo 2-1. Dopo un primo tempo equilibrato e ricco di occasioni A sbloccare le marcature infatti è proprio il Liaoning, con il rigore trasformato dal difensore Lukimya. Il penalty è stato causato dal fallo di ultimo uomo del terzino Wang Shanyuang che lascia così la propria squadra in dieci. La partita sembrava essere oramai compromessa, ma da quel momento, gli uomini di Scolari iniziano a fare sul serio e al 72’ giunge il pareggio di Gao Lin su colpo di testa, rete propiziata dall’illuminante assist dell’imprescindibile Huang Bowen. Passano pochi giri di orologio e l’esterno Zhang Wenzhao si procura un tiro dagli undici metri trasformato da Ricardo Goulart, che sancisce così il 2-1 definitivo.

Non c’è storia invece nel big match fra lo Shanghai Sipg e l’Hebei Fortune di Lavezzi ed Hernanes, con le Metal Eagles che vincono con un netto 3-0. Villas Boas rinuncia nuovamente ad Elkeson in favore di Ahmedov, con Oscar a centrocampo e Hulk a guidare l’attacco. Pellegrini stupisce con delle scelte iper offensive, con il trio in attacco composto da Lavezzi, Aloisio e Dong Xuesheng, ed Hernanes ad agire fra le linee, ma soprattutto un imporvvisata difesa a tre che lascia molto a desiderare.
Lo Shanghai Sipg archivia già la pratica nel primo tempo, con le reti di Lu Wenjun e della Star Wu Lei, giunto al quarto centro in campionato, mentre nella ripresa Oscar si procura un calcio di rigore che poi trasforma ponendo fine alla maledizione che aveva visto lo Shanghai Sipg sbagliare gli ultimi tre penalty. Gli uomini di Villas Boas dopo l’ultima settimana molto sotto tono ritrovano il bel gioco, con la qualità di Oscar, la dirompenza di Hulk, la velocità sugli esterni di Wu Lei e degli ottimi terzini (in attesa del recupero di Fu Huan) e una coppia di centrali composta dai classe 1993 Ke Shi ed He Guan che si stanno mostrando sempre più solidi.

Guangzhou Evergrande e Shanghai Sipg scenderanno nuovamente in campo per il quinto turno di Champions League. Alle Metal Eagles basterà un pareggio in casa contro il Seoul per avere la certezza matematica del passaggio del turno, mentre il Guangzhou dovrà assolutamente vincere ad Hong Kong contro l’Eastern data la situazione in classifica molto in bilico.

Beijing Guoan-Tianjin Quanjian, l’altro jing jing Derby

La rivalità calcistica fra Pechino e Tianjin, due municipalità che distano mezzora di treno è una delle più sentite nel calcio cinese. Il vero JingJing derby è quello fra Beijing Guoan e Tianjin Teda, ma oggi le Imperial Guards si sono ritrovati di fronte al Quanjian di Cannavaro, nuova e forte realtà della municipalità di Tianjin. Il match è finito sul punteggio di 1-1 allo Stadio dei Lavoratori di Pechino, con gli ospiti che aprono le marcature con l’esterno offensivo Sun Ke, mentre il Guoan trova il pari solo all’82’ con il difensore Li Lei. Entrambe le squadre palesano ancora molti problemi in fase di finalizzazione e il loro potenziale è ancora inespresso.

Il Guoan festeggiava le 200 partite del centrocampista offensivo Zhang Xizhe, che però deve trovare ancora la sua dimensione in questa stagione, mentre nel ruolo di punta ha fatto il suo esordio Jonathan Soriano, ex attaccante del RB Salisburgo, che però è rimasto a secco. Continua a segnare poco, non più di un gol a partita, anche il Tianjin Quanjian, nonostante un attacco molto forte sulla carta con Pato, Geuvanio e Sun Ke. Gli uomini di Cannavaro salgono a 9 punti in classifica, già a sette lunghezze di distanza dalla vetta, mentre il Beijing Guoan è solo ad 8.

TABELLINI

GUANGZHOU EVERGRANDE-LIAONING (69’ LUKIMYA pk, 72’ GAO LIN, 79’ GOULART pk)

JIANGSU SUNING-GUANGAZHOU R&F 1-2 (35’ TEIXEIRA, 62’ 77’ ZAHAVI)

BEIJING GUOAN-TIANJIN QUANJIAN 1-1 (43’ KE SHI, 82’ LI LEI)

SHANGHAI SIPG-HEBEI FORTUNE 3-0 (20’ WENJUN, 36’ WU LEI, 67’ OSCAR pk)

LE ALTRE PARTITE

TIANJIN TEDA-YANBIAN FUNDE

CHANGCHUN YATAI-HENAN JIANYE

SHANDONG LUNENG-CHONGQING LIFAN

GUIZHOU ZHICHENG-SHANGHAI SHENHUA

CLASSIFICA PROVVISORIA

1. Guangzhou R&F 6 5 1 0 12:4 16
2. Guangzhou 6 4 1 1 13:8 13
3. Shanghai SIPG 6 4 1 1 15:6 13
4. Shandong Luneng 5 4 0 1 8:3 12
5. Hebei 6 2 3 1 7:7 9
6. Tianjin Quanjian 6 2 3 1 5:5 9
7. Beijing Guoan 6 2 2 2 6:6 8
8. Chongqing Lifan 5 2 2 1 5:5 8
9. Shanghai Shenhua 5 2 1 2 11:9 7
10. Liaoning 6 1 3 2 8:10 6
11. Tianjin Teda 5 1 2 2 2:5 5
12. Guizhou Zhicheng 5 0 3 2 3:5 3
13. Henan Jianye 5 0 3 2 2:4 3
14. Yanbian 5 0 2 3 1:5 2
15. Jiangsu Suning 6 0 2 4 4:12 2
16. Changchun Yatai 5 0 1 4 4:12 1