L’imprevedibilità della Chinese Super League è tutta in questa giornata, ricca di sorprese e gare combattute fino al fischio finale. Il crollo del Guoan condanna, molto probabilmente, la rosa di Roger Schmidt ad una semplice “piazza d’onore”…

Anticipi

Il primo match del 23° turno si apre con una fondamentale vittoria casalinga del Dalian Yifang su uno Shanghai Shenhua ormai incapace di vincere, sono 5 i match senza i 3 punti per la rosa allenata d Wu Jingui. Decisivo per Bernd Schuster il solito Mushekwi arrivato, grazie alla doppietta di giornata, al 12 centro stagionale. Nota lieta per la squadra in trasferta la rete di Liu Ruofan, nato nel Gennaio del 1999 che diventa in questa maniera il più giovane marcatore di sempre della Chinese Super League.

Altri 3 punti d’importanza capitale per lo Shanghai Sipg, che senza troppi patemi d’animo riesce a “regolare”in meno di un’ora la pratica Changchun Yatai. Oscar, Cai Huikang e Lu Wenjun sono gli insoliti (escluso il brasiliano) mattatori della sfida. Completamente annullato Odion Ighalo dalla coppia Ke ShiHe Guan, interessante anche la scelta di preferire ad Hulk la coppia Akhmedov/Elkeson dando una maggior solidità alla rosa della capolista.

La bellezza della Chinese Super League sta soprattutto nell’imprevedibilità delle sfide, se si scende in campo con la consapevolezza di aver già vinto si è molto spesso condannati a risultati a dir poco sorprendenti. Il Beijing Guoan rischia di rovinare quanto di buono fatto nel corso della stagione con una sconfitta stupida quanto evitabile sul campo del Guizhou Zicheng. 2 volte sotto nel punteggio contro una squadra già con un piede in League One; completamente fuori dal gioco Renato Augusto e Cedric Bakambu, l’assenza di Jonathan Viera pesa, più che mai, come un macigno. Trawally riesce fin dai primi minuti di gioco a far impazzire, letteralmente, i difensori del Guoan che in più di un’occasione si trovano impotenti contro le sue giocate. L’attaccante Gambiano chiuderà il match con gol ed assist.

Mai dare per morto il Guangzhou Evergrande! Fino al minuto ’62 quella di Cannavaro sembrava una rosa praticamente spacciata, costretta ad accontentarsi del secondo posto finale, in classifica; grazie al talento di Paulinho e Talisca una partita che sembrava praticamente chiusa si trasforma in un match storico, per la clamorosa rimonta avvenuta lontana dallo stadio di casa. Ancora una volta dopo un’inizio schock, il gol di Éder arriva dopo nemmeno 40 secondi di gioco, le Tigri del Canton rimontano, con un po’ di fortuna, e si confermano i principali favoriti per la vittoria del titolo, nonostante i 4 punti di distanza dallo Shanghai Sipg. Protagonista ancora una volta Talisca che arriva al 14 centro in 12 giornate di CSL e serve perfettamente Paulinho per la rete del momentaneo 2-1. Cosmin Olăroiu avrà certamente qualcosa da recriminare sulla gestione del vantaggio.

Arrivano 3 punti importanti anche per lo Shandong Luneng, che in un campo difficile come quello dell’Henan riesce a sfoderare una prestazione di forza ed intelligenza, sfruttando anche la poca pressione addosso… Doppietta per Diego Tardelli che in settimana per la prima volta ha parlato di un possibile futuro lontano dalla provincia “Ad oriente delle Montagne“che sia l’inizio di una nuova era senza il brasiliano alla “guida” dell’attacco?

Emozioni e gol nelle 2 sfide della domenica: 2 pareggi che rendono ancora più “ingarbugliata” la lotta per non retrocedere. 1-1 tra Guangzhou RF e Chongqing Lifan, non incide al rientro Eran Zahavi che inizia a mostrare un certo tipo di nervosismo nei confronti dei compagni e dell’ambiente, che sia ora di cambiare maglia per l’israeliano? Punto di vitale importanza per il Chongqing Lifan di Jordi Cruijff che aumenta a 2 i punti di vantaggio sulla zona retrocessione.

Bella sfida tra Tianjin Teda e Beijing Renhe, il 2-2 finale accontenta entrambe le compagini, più che mai appagate dalla classifica attuale.

Shanghai SIPG 23 35 52
Guangzhou Evergrande Taobao 23 31 48
Beijing Sinobo Guoan 23 18 45
Shandong Luneng Taishan 23 14 44
Jiangsu Suning 23 7 35
Hebei China Fortune 23 2 32
Guangzhou R&F 23 -4 29
Changchun Yatai 23 -3 29
Beijing Renhe 23 -7 29
Dalian Yifang 23 -14 29
Tianjin Quanjian 23 -8 27
Tianjin Teda 23 -6 27
Shanghai Greenland Shenhua 23 -10 27
Chongqing Dangdai Lifan 23 -10 21
Henan Jianye 23 -22 19
Guizhou Hengfeng 23 -23 15

Dalian Yifang – Shanghai Shenhua 2-1 (’12,’85’ Mushekwi/ ’61 Ruofan)

Guizhou Zicheng – Beijing Guoan 3-2 (’43 Jelavic, ’58 Trawally,78′ Yunlong(R)/ ’63 Xizhe,’90 Bakambu (R) )

Jiangsu Suning – Guangzhou Evergrande  2-3 (‘1 Eder, ‘8 Li Ang/’63 Paulinho/ ’73,’78 Talisca)

Shanghai Sipg – Changchun Yatai 3-2 (’12 Oscar,’21 Huikang,’57 Wenjun/ ’45 Rui)

Hebei Fortune – Tianjin Quanjian 2-0 (’58 Lavezzi, ’68 Xuesheng)

Henan Jianye – Shandong Luneng 1-4 (’80 Bassogog/’2 Junmin,’36 Junshuai, ’78,’87’ Tardelli)

Guangzhou R&F – Chongqing Lifan 1-1 (68′ Xiao Zhi \ 58′ Zhengyu (og))

Tianjin Teda – Beijing Renhe  2-2 (10′ Jonathan, 22′ Acheampong \ 41′ Diop, 77′ Masika)