A novanta minuti dal termine della TOYOTA Thai League 2019, il titolo di campione viaggia sulla strada verso Buriram e deve solamente fare un’ultima curva per arrivare dal Buriram United.

Nell’ultimo turno di campionato, gli attuali campioni di Thailandia hanno fatto un passo quasi decisivo nella corsa al loro ottavo titolo, il terzo consecutivo, battendo 3-1 nello scontro diretto il Port FC davanti al proprio pubblico. Il match non è stato affatto semplice per il Buriram, con i Lions vogliosi di fare l’impresa e confermandosi una grande squadra a tutti gli effetti.

A partire meglio è proprio il Port che al 20’ sblocca subito l’incontro con un gran destro dalla lunga distanza di Sergio Suarez che spedisce il pallone all’angolino. Il gol sveglia il Buriram che ha prima un’occasione con Sarachat al 32’ e poi pareggia al 34’ con l’ex Utrecht Nacer Barazite che viene imbeccato in area (posizione dubbia al momento del cross) e di sinistro batte Srisupha. Passano solamente due minuti ed I Thunder Castles ribaltano il risultato con Supachok Sarachat, bravo a partire sul filo del fuorigioco, a presentarsi davanti a Srisupha, a  superarlo e ad insaccare in rete.

Prima della fine del primo tempo, il Port ha l’occasione per pareggiare ma Tedsungnoen nega la gioia del gol a Selanon. Nel secondo tempo, il Buriram gestisce il possesso e non corre grossi pericoli, chiudendo la gara al 70’ con una bella punizione di Ingreso che non lascia scampo a Srisupha che tocca solo il pallone senza levarlo dalla porta. Entrambe le squadre hanno poi altre occasioni per segnare (Barazite per il Buriram e Blackburn per il Port), ma il risultato non cambia.

Vittoria importantissima per il Buriram che sale a 57 punti e taglia fuori dalla corsa il Port che potrà rifarsi in coppa dove il 2 novembre affronterà in finale di Thai FA Cup il Ratchaburi. Come lo scorso, invece, per i Lions sarà “solo” terzo posto in campionato, dove però hanno confermato di essere una squadra in crescita e che lotterà ancora per grandi traguardi in campionato.

Port che sarà terzo in classifica poiché superato dal Chiangrai United, ultimo ostacolo del Buriram verso il titolo. Gli arancioneri hanno travolto 4-1 il Prachuap nell’ultimo turno e si  sono mantenuti a due lunghezze di distanza dal Buriram. Gli Scarabei non hanno alcuna difficoltà contro gli ospiti, dominando in lungo ed in largo la partita, ma dilagando solo nel secondo tempo. Dopo il gol di William Henrique nel finale di primo tempo, nel secondo vanno a segno ancora Henrique, Tiatrakul ed il giovane Panya.

Nell’ultima giornata di campionato, il Chiangrai se la vedrà con il Suphanburi, in lotta per non retrocedere, mentre il Buriram sarà ospite del Chiangmai ultimo in classifica e già retrocesso in Thai League 2

LOTTA SALVEZZA: IL SUKHOTAI SPERA ANCORA

Per quanto riguarda invece la corsa salvezza, il discorso si è ristretto solo a tre squadre dopo l’ultimo turno. Oltre alla già citata retrocessione del Chiangmai, anche il Chainat è matematicamente retrocesso in Thai League 2 dopo la sconfitta interna per 3-1 contro il Nakhonratchasima che ha fatto un passo importante verso la salvezza, ma non ancora decisivo.

Questo perché il Sukhotai che al momento occupa l’ultima posizione che vale la retrocessione ha vinto la sfida contro il Trat FC per 2-1, restando a –3 dal Nakhonratchasima quintultimo e all’ultima giornata le due squadre si affronteranno in quello che potrebbe
essere un vero e proprio spareggio salvezza.

Il condizionale è d’obbligo in questo caso perché entrambe sono legate dal risultato che otterrà il Suphanburi, quartultimo in classifica, contro il Chiangrai nell’ultimo turno. Come il Sukhotai, anche il Suphanburi ha ottenuto una vittoria importante nell’ultima giornata battendo 3-2 fuori casa il Samut Prakan City.

In caso di sconfitta del Suphanburi e di vittoria del Sukhotai, il Nakhonratchasima sarebbe comunque salvo, chiudendo il campionato al quartultimo posto. Lo scenario peggiore per quest’ultimo sarebbe una sconfitta contro il Sukhotai e la contemporanea vittoria del Suphanburi, che lo condannerebbe alla retrocessione per i risultati degli scontri diretti (entrambe chiuderebbero a pari punti, 34), considerando che il Sukhotai ha vinto già all’andata.

Salvo clamorosi ribaltamenti, il capocannoniere della Thai League 2019, sarà Lonsana Doumbouya, centravanti del Trat che ha segnato ben 18 gol quest’anno e votato spesso come miglior giocatore del mese. Sul podio assieme al giocatore guineano ci sono l’honduregno Nelson Bonilla del Bangkok United con 16 gol e Leonardo Assumpçao del Nakhonratchasima con 15 gol. Nonostante sia primo in classifica, il miglior marcatore del Buriram è Supachok Sarachat con 9 reti a conferma che non si vince solo con il miglior attacco, ma avendo anche una difesa solida. Le statistiche confermano quanto detto visto che il Buriram è il secondo miglior attacco del torneo (50 gol contro i 53 del Port), ma ha la miglior difesa del torneo (24 gol subiti contro i 26 subiti dal Chiangrai ed i 34 subiti dal Port)

CLASSIFICA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.