La Cina alle Olimpiadi ha sempre raggiunto grandi risultati: nell’edizione casalinga del 2008 la Cina ha vinto 100 medaglie e per la prima ed unica volta nella sua storia si è piazzata al primo posto del medagliere di fronte agli USA. Nei Giochi di Rio del 2016, la Cina ha chiuso terza nel Medagliere, superata dall’Inghilterra, ma è comunque riuscita a collezionare 70 medaglie fra cui 26 ori.

Eppure, se guardiamo ai primi posti conquistati, eccezion fatta per la selezione femminile di VolleyBall, la Cina ha vinto ori in discipline individuali quali tuffi, nuoto, sollevamento pesi, atletica, badminton ed ovviamente table tennis. Quel che risulta essere chiaro, è che la Cina, pur essendo una potenza in ambito olimpico e nelle discipline individuali, per quanto riguarda gli sport più popolari di squadra al mondo risulta essere (in ambito maschile) una squadra materasso.

Il disastro ai Mondiali di Basket

Image result for china venezuela basketball
La frustrazione di Yao Ming al Mondiale di Basket

I tempi di Yao Ming sono molto lontani. L’ex stella degli Houston Rockets oggi è presidente della Chinese Basketball Association ed ha assistito inerme al crollo della Nazionale nei Mondiali in casa, venendo eliminata nei gironi dopo le sconfitte con Polonia e Venezuela, oltre ad aver mancato successivamente anche la qualificazione alle Olimpiadi di Tokyo 2020 a seguito della sconfitta contro la Nigeria.

Un disastro del genere non era assolutamente preventivabile e segna il declino del basket cinese, il quale è sempre stato dominante in Asia con il record di Campionati continentali vinti (16) oltre ad 8 Asian Games, ma in campo internazionale, Olimpiadi e Coppa del Mondo, la Cina non è mai andata oltre l’ottava posizione.

Il Calcio e gli altri sport

Image result for iran china 3-0 asian cup
La Cina eliminata 3-0 dall’Iran durante l’ultima Coppa d’Asia

Se nel basket le cose vanno male, nel calcio la Cina è pure peggio: la nazionale allenata da Marcello Lippi sta ricorrendo alla naturalizzazione di atleti stranieri, fra cui Elkeson del Guangzhou Evergrande al fine di avere qualche speranza in più di qualificarsi a Qatar 2022. La Cina ha partecipato ad un solo Mondiale, quello del 2002, terminato alla fase a gironi senza al un gol segnato, mentre in ambito continentale ha perso due finali di Coppa d’Asia e non ha mai vinto alcuna edizione degli Asian Games.

Pure nel Futsal i risultati sono disarmanti, con la Cina che ha preso parte a tre Coppe del Mondo, ma non ha mai conquistato alcuna medaglia in Coppa d’Asia.

Nel Rugby il movimento cinese è fra i più deboli in Asia. La Cina non ha mai preso parte ad un Mondiale e nel corso della sua storia ha giocato solamente contro team asiatici. Nel 2018, nella Asia Rugby Championship, la Cina ha preso parte al triangolare di terza divisione contro Guam e Brunei concludendo al secondo posto a seguito di una pesante sconfitta contro la nazionale del Pacifico.

La Cina della Pallavolo ha conquistato tre campionati asiatici ed altrettanti Asia Games, ma in Coppa del Mondo ha sempre recitato la parte della squadra materasso concludendo al 22mo posto nell’edizione del 2018 organizzata da Italia e Bulgaria.

Nell’Hockey su Ghiaccio, in vista delle Olimpiadi che si terranno a Pechino nel 2022, la Cina sta puntando fortemente, così come in tutti gli sport invernali, ma gli sforzi non trovano riscontro nei risultati, tanto che la Cina partecipa al campionato Mondiale di seconda divisione e gli unici successi agli Asian Games invernali risalgono al 1986 e 1990.

Infine, spostandoci dai rettangoli di gioco ai circuiti, non vi sono mai Stati piloti cinesi in Formula 1 o MotoGP.

Dunque, alla luce di questi risultati, con a Cina che in ambito internazionale non è rilevante nei principali sport di squadra, dobbiamo chiederci se è lecito che la Cina possa avere l’appellativo di potenza sportiva globale.

Le Donne cinesi negli sport di squadra

Related image
Le ragazze della pallavolo quattro volte campionesse del mondo

I risultati delle compagini femminili cinesi sono completamente lo posto di quelli maschili, anche se fanno meno rumore a livello mediatico. Nel calcio le Steel Roses vantano il record di Coppe d’Asia vinte (8), sono una presenza fissa ai Mondiali e vantano un argento sia nella Coppa del Mondo che alle Olimpiadi. Le cestiste cinesi hanno conquistato l’argento come le calciatrici sia nelle Olimpiadi che ai Mondiali, mentre le pallavoliste hanno vinto ben 4 coppe del mondo e 3 ori olimpici.

Dunque, alla luce di questi fatti, possiamo affermare che solo ‘L’altra metà del Cielo’, ovvero le donne cinesi, fanno parte dell’elite sportiva negli sport maggiormente popolari al mondo, mentre i maschi, fanno solamente la parte delle comparse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.