Nel mese di luglio il Newcastele United ha partecipato assieme Manchester City, Wolverhampton e West Ham all’Asian premier League Trophy in Cina fra Nanchino e Shanghai. Personalmente sono stato sorpreso di vedere molti fan cinesi del Newcastle sugli spalti, con gli striscioni della “Toon Army China” o “Beijing Magpie”, con diverse comunità di sostenitori provenienti da tutta la Cina. È stato curioso per me notare che i sostenitori cinesi hanno partecipato alla protesta contro il proprietario del club, Ashley, fortemente contestato in Inghilterra. Il motto “Ashley out” ha raggiunto anche gli stadi di Nanchino e Shanghai durante le partite giocate dal Newcastle contro Wolverhampton e West Ham.

Spesso, quando parliamo del seguito dei club europei in Cina, siamo di fronte a uno scenario diverso rispetto a quello europeo, in cui i cinesi sono più focalizzati nel seguire un giocatore famoso rispetto al club stesso, e anche alcuni tifosi sono opportunisti e seguono una squadra specifica basandosi solo sui buoni risultati. Presto mi sono reso conto che la comunità del Newcastle United era diversa, perché stavano parlando di un club di dimensioni diverse rispetto al Manchester United, Liverpool o Arsenal.

Per conoscere meglio la fanbase del Newcaslte in Cina, abbiamo posto alcune domande a Micheal Oldfield, un Geordie expact con sede a Shanghai, sostenitore dello Shanghai Sipg nella Chinese Super League… e naturalmente dei magpies

 “Sono stato ad entrambe le partite del Newcastle a Nanchino e Shanghai. I tifosi del Newcastle in Cina sono veri e propri tifosi che sono rimasti fedeli al Newcastle nonostante i nostri ultimi 12 anni sotto Mike Ashley. La maggior parte dei fan cinesi lo sono dai tempi di Keegan e Shearer a metà degli anni ’90. Per la partita di Shanghai avevamo un gruppo di 200 sostenitori seduti tutti insieme, ma c’erano magliette Newcastle sparse per tutto lo stadio. Avevano viaggiato da Hong Kong, Chengdu, Pechino, da tutta la Cina. Abbiamo un gruppo WeChat che è per i fan cinesi di Newcastle e conta circa 350 membri. C’è anche un gruppo di stranieri di Newcastle che risiedono in Cina. Di recente ho lavorato duramente per riunire i gruppi, quindi abbiamo organizzato una festa e alcuni incontri preliminari quando la squadra era in Cina. C’erano anche circa 50 sostenitori da Newcastle in viaggio che sono rimasti in Cina per una settimana e hanno anche aderito alle attività. ”

Il Newcastle ha giocato in entrambe le occasioni la partita d’apertura, prima la semifinale di Nanchino e poi la finalina 3 ° -4 ° posto a Shanghai. I Magpies hanno perso a Nanchino per 4-0 contro Wolverhampton e vinto a Shanghai contro il West Ham. “Entrambi i nostri giochi non hanno coinvolto Man City, quindi l’affluenza è stata piuttosto bassa per le nostre partite. Lo stadio si è riempito successivamente per il City, a Nanchino il pubblico ha raggiunto una capienza del 70% circa, mentre a Shanghai era quasi pieno.”

Infatti, se guardiamo Weibo, uno dei principali social media cinesi, il Newcastle United ha solo 52.000 follower, pochissimi rispetto agli 8,5 milioni di Manchester City o 9,5 milioni di Manchester United, ma la fanbase locale dei Magpies, nonostante ciò, ha creato un’atmosfera elettrizzante durante le due partite.

 “Ovviamente le prime 6 squadre della Premier League hanno un grande seguito in Cina – ci ha detto Michael – ma molti di questi fan sono volubili e cambieranno le squadre a seconda di chi è il migliore. Il Wolverhampton ha avuto un grande seguito durante i due match, ma credo che fossero solo falsi fan invitati dal proprietario, che è Guo Guangchang, il fondatore del conglomerato cinese Fosun “.

I fan del Newcastle hanno organizzato una festa a Shanghai prima della partita che ha coinvolto sostenitori da tutta la Cina, ma l’attività non ha coinvolto il club stesso, rimasto abbastanza lontano dalla sua grande comunità in Cina.

 “Per la nostra festa, tenutasi a Shanghai la sera prima della partita, abbiamo partecipato a circa 150 fan. Avevamo bandiere che decoravano il bar, menu sdella Toon Army e birre speciali. Abbiamo fatto quiz sul NUFC, un gioco in cui i fan cinesi cercavano di leggere frasi dialettali di Newcastle, ed altri in cui noi Geordie leggevamo frasi nel dialetto di Shanghai. È stata una grande attività interculturale. Sullo schermo venivano proiettati alcuni match storici del Newcastle, in tutto il bar risuonavano i nostri cori e ad abbellire il tutto vi era anche una ballerina di pool dance. Il Club Ambassador e l’ex giocatore Bob Moncur hanno saputo della festa e volevano venire, ma sono rimasti bloccati ad un evento promozionale della Premier League”

Di recente sono sbarcati in Cina due ex importanti elementi del Newcastle, l’allenatore Rafa Benitez e l’attaccante Salomon Rondom, entrambi al Dalian Yifang. Come possiamo vedere dall’immagine seguente, Rafa ha lasciato buoni ricordi nella mente dei Newcastle Supporters, che hanno onorato l’allenatore spagnolo durante il tour cinese con uno striscione Once a Geordie, Forever a Geordie. “Mi piace Rafa come manager e come persona – ha detto Michael – Durante il suo periodo ha cercato di unire la squadra alla comunità e questo è abbastanza raro. Rondon sarebbe stato un’ottim colpo per il  Newcastle, ma la sua età non era in linea con la nostra politica di trasferimento. Rafa è molto professionale e sebbene si impegni pienamente quando è in un club, è anche abbastanza saggio da interrompere il rapporto se le cose non decollano. Sarei sorpreso se rimarrà a Dalian per 3 anni, ma gli auguro il meglio ”.

La nuova avventura di Rafa Benitez è iniziata molto bene: ora il Dalian è a +13 punti dalla zona retrocessione e solo 7 lontano dal 4 ° posto (slot Champions League) con ancora 10 partite da giocare. I Blue Hawks hanno anche conquistato la semifinale nella Coppa di Cina e Salomon Rondon ha segnato al suo debutto in un pareggio 3-3 in una partita in trasferta a Tianjin.

Michael è anche un sostenitore dello Shanghai Sipg per la Super League cinese e ci ha dato un’idea di cosa significhi per lui essere un tifoso per un club straniero e qualcosa sulle differenze e le somiglianze sull’esperienza del matchday rispetto all’Inghilterra:

“È bello vedere una base così forte a supporto della squadra. La mia esperienza del matchday in Cina è stata preparata per essere simile alla mia esperienza a casa. Ho riunito un gruppo di fan stranieri e alcuni fan cinesi a cui piace bere birra prima della partita in pub im cui possiamo chiacchierare e bere, a Newcastle l’intero bar sarebbe riempito dai fan, mentre qui siamo ancora una minoranza, ma stiamo lentamente crescendo. Nello stadio di Shanghai sono solo i gruppi di tifosi a creare atmosfera e può essere stancante fare il tifo, cantare e saltare per 90 minuti. Sembra che molti fan non reagiscano davvero ad ogni grande tackle o ad uno straordinario passaggio, i fan sembrano più preoccupati di cantare in tempo e creare una bella sezione di canto in cui applaudiamo tutto il tempo. A Newcastle è tutto un po ‘più naturale, il che significa che una grande atmosfera vivace non è sempre garantita, ma quando arriva è genuina e magica. Nelle partite del SIPG, sembra quasi un dovere continuare a cantare, poiché ci sono leader nella parte anteriore e batteristi che mantengono il ritmo. In realtà penso che se Newcastle avesse questo tipo di sezione con batteria e un leader sarebbe fantastico. Ma con SIPG ci sono così tanti fan che sono nuovi fan del calcio e a volte sembra un po ‘forzato. Anche a Shanghai i fan raramente criticano o urlano nei confronti dei propri giocatori, mentre a Newcastle è comune che le persone esprimano la loro rabbia se alcuni giocatori non si impegnano al massimo ”.

Ringraziamo Michael per le foto che testimoniano questa bellissima esperienza


Newcastle United fanbase in China is bigger then what you think

On July Newcastele United joined Manchester City, Wolverhampton and West Ham for the Asian Premier League Trophy in China between Nanjing and Shanghai. Personally i was amazed to see a lot of Chinese fans of Newcastle on the stands, with banners of the ‘Toon Army China’ or ‘Beijing Magpie’, with different communities of supporters all around China. It was curios to me noticed that Chinese Supporters partecipated joined the protest against the club owner, Ashley, strongly contested in England. The ‘Ashley out’ motto reached also the mainland during the matches that Newcastle played against Wolverhampton and West Ham.

Often, when we talk about the following of European clubs in China, we are in front of to a different scenario, where Chinese people are more focused into a famous player then the club itself, and also some football fans are opportunistic and follow a specific team based only on the good results. Soon, i realized that the Newcastle United community was different, because are talking about a club of different size compared to Manchester United, Liverpool or Arsenal, and their Chinese supporters seemed to be very genuine.

To know better about the Newcaslte fanbase in China we asked some question to Micheal Oldfield, a Geordie expat based in Shanghai, supporter of Sipg in the Chinese Super League and of course…. the Magpies.

“I was at both Newcastle games in Nanjing and Shanghai. The Newcastle fans in China are proper football fans that have stayed loyal to Newcastle despite our recent 12 bad years under Mike Ashley. Most of the Chinese fans have been fans since the times of Keegan and Shearer in the mid-90s. For the Shanghai game we had a group of 200 all sitting together but there were Newcastle shirts dotted all around the stadium. They had travelled from Hong Kong, Chengdu, Beijing, all over China. We have a WeChat group which is for Chinese Newcastle fans and it has about 350 members. There is also a group of laowai’s from Newcastle who are based in China. A group of 40-50. I worked hard recently to bring the groups together so we organized a party and a few prematch get together when the team were in China. There were also around 50 traveling Newcastle supporters who stayed in China for a week and they also joined the activities.”

Newcastle played in both occasions, before the semifinals in Nanjing and then the 3th-4th place final in Shanghai the opening match. The Magpies lost in Nanjing 4-0 against Wolverhampton and won in Shanghai against West Ham. “Both our games did not involve Man City so the attendance was quite low for our games. The stadium filled up for the second game. Nanjing got to about 60-70% capacity, Shanghai was almost full for the second game, about 50% for Newcastle’s game.”

Indeed, if we look at Weibo, one of the main Chinese Social Media, Newcastle United has just 52.000 followers, very little numbers compared to the 8.5 million of Manchester City or 9.5 million of Manchester United, but the local fanbase, despite that, created a very genuine atmosphere during the two games, something really exceptional.

“Of course the top 6 Premier League teams have big followings in China– told us Michael – but a lot of these fans are fickle, and will change teams depending on who is better. Wolves had a big following at the game but I believe they were just fake fans invited by the owner, who is Fosun laoban ,Chinese owner.”

 On Michael’s wechat moments and on twitter i saw that Newcastle fans organized a party in Shanghai before the game that involved supporters from all around China, but the activity did not involved the club itself that was quite far from his big community in China.

 “For our party, held in Shanghai the night before the game, we had about 150 fans attending. We had flags decorating the bar, special Toon Army menu and beer specials. We had an NUFC quiz, we had a game where Chinese fans tried to read Newcastle dialect phrases and Geordies reading Shanghainese phrases. It was a great cross culture activity. We had Newcastle classic games on the screen, Newcastle songs playing, and then we had pole dancers. Club Ambassador and ex player Bob Moncur heard about the party and wanted to come but he got stuck at a premier league event and couldn’t make it.”

Recently two former Newcastle important elements landed in China, the coach Rafa Benitez and the striker Salomon Rondom, both at Dalian Yifang. As we can see from the picture beow, Rafa left good memories in the mind of Newcastle Supporters, that honored the spanish coach during the Chinese tour with a banner Once a Geordie, forever a Geordie. “I like Rafa as a manager and as a person – said Michael – He really tries to bring the football club and the city/community together. This is quite rare. Rondon would have been a great signing for Newcastle but his age was not inline with our transfer policy. Rafa is very professional and although he gives his full commitment when he is with a club he is also wise enough to just cut-off from the club if he doesn’t get his way. I would be surprised if he will stay in Dalian for 3 years, but I wish him all the best”.

 The new adventure of Rafa Benitez began in a very good way: now Dalian is at +13 points from relegation zone and only 7 far from 4th place (Champions League slot) with still 10 games to play. The Blue Hawks also rached the semifinal in the Chinese FA Cup and Salomon Rondon scored at his debut in a crasy 3-3 draw in an away match at Tianjin.

Despite the Newcastle memories at Dalian, Michael is a Shanghai Sipg supporter for the Chinese Super League and gave us an insight of what it means for him to be a fan for a foreign club and something about differences and similarities about the match day experience compared to England:

 “It’s good to see such a strong base supporting the team, as an SIPG fan I can only imagine a stadium of 50000+ cheering on the team. My match day experience in China has been groomed to be similar to my experience back home. I have gathered a group of foreign fans and some Chinese fans who like to drink beer before the game where we can chat and drink, in Newcastle the whole bar would be fans, whereas here it is a minority, but we are slowly growing. In the Shanghai stadium it’s only the supporters groups who are creating atmosphere and it can be tiring being a supporter, singing and jumping for 90 mins. It seems a lot of fans don’t really react to every great tackle or an amazing pass, the fans seem more bothered about singing in time and creating a good looking singing section where we all clap in time. In Newcastle it’s all a bit more natural, which means a great lively atmosphere is not always guaranteed but when it does come it is genuine and magical. At SIPG games, it almost feels like a duty to keep singing as there are leaders at the front and drummers keeping the beat. I actually think if Newcastle had this kind of section with drums and a leader it would be amazing. But with SIPG there are so many fans who are new football fans and it feels a bit forced at times. Also in Shanghai the fans rarely criticize or shout abuse at their own players, whereas in Newcastle it is common for people to voice their anger if certain players are not putting in full effort.”

Thanks to Michael for the pictures that give us an insight of this great and cross cultural experience