Dopo la nona giornata della China League One, la capolista Qingdao Huanghai è in fuga con un vantaggio di 6 punti sul terzo posto.

Il Qingdao Huanghai, conosciuto anche come il club Blaugrana di Cina (sia per i colori sociali che la forte partnership con il Barcellona), non è mai stato in Chinese Super League, ma quest’anno può davvero sognare in grande dopo quasi un terzo di campionato dove ha ottenuto risultati strabilianti, potendo così sognare quella promozione che fu solamente sfiorata nel 2016 e negata per la differenza reti.

Sono sei le vittorie consecutive per la squadra allenata dallo spagnolo Jordi Vinalys, ex tecnico delle giovanili del Barcellona, che dopo un avvio  sottotono, con quattro punti in tre gare, ha praticamente annientato la concorrenza.  Il Qingdao Huanghai ha vinto tutti gli scontri diretti contro le big del campionato: nell’ultimo turno ha battuto per 3-2 in trasferta il Guangdong Southern Tigers, mentre al settimo turno ha prevalso per 2-1 in casa contro lo Shijizhuang Everbright. La vittoria più bella è stata però quella dell’ottava giornata, in casa del neopromosso Sichuan Annapurna, con una rimonta che si è concretizzata all’87’ e al 90′ rispettivamente con le reti del portoghese Vaz Te e del brasiliano Cleo, quest’ultimo ex Guangzhou Evergrande ai tempi di Lippi.

Il Qingdao Huanghai non ha un vero e proprio cannoniere, ma basa il suo successo sul collettivo ed una quantità di buoni palleggiatori a centrocampo, nettamente sopra la media del campionato, con anche delle ali rapide che possono far male. La punta centrale, Cleo, in questa stagione ha segnato 4 reti, mentre il compagno di reparto, l’ala offensiva Ricardo Vaz Te (ex Henan Jianye), è fermo a quota 2. La mente a centrocampo è lo spagnolo Joan Verdù, ex giovanili del Barca, ed anche una breve esperienza a Firenze, è al suo terzo anno a Qingdao. Fra i cinesi, l’elemento di maggior spicco in rosa è il veterano 37enne Wang Dong, già a segno con tre reti in questa stagione, e l’ala destra Xiang Cao (30 anni, 2 gol), che curiosamente vanta una breve militanza in Ungheria al Ferencvaros.

La stagione è ancora molto lunga, ma la compagine di Jordi Vinalys ha già accumulato un buon vantaggio sul terzo posto e sta attraversando un periodo di forma davvero entusiasmante, che mai come quest’anno, potrebbe culminare con la promozione, riportando in Chinese Super League la città di Qingdao dopo sei anni d’assenza, quando nel 2013 retrocesse il Qingdao Jonoon, club che oggi ritroviamo tristemente in terza serie

# Club Matches W D L Goals +/- Pts
Qingdao Huanghai 9 7 1 1 16:10 6 22
Guangdong Southern Tigers 9 5 2 2 15:9 6 17
Guizhou Hengfeng 9 5 1 3 16:12 4 16
Meizhou Hakka 9 5 1 3 11:5 6 16
Shijiazhuang Ever Bright 9 5 0 4 18:11 7 15
Changchun Yatai 9 4 2 3 16:16 0 14
Zhejiang Greentown 9 4 2 3 12:14 -2 14
Sichuan Longfor 9 3 3 3 10:10 0 12
Inner Mongolia Zhongyou 9 3 3 3 7:7 0 12
Beijing BSU 9 3 3 3 9:6 3 12
Liaoning FC 9 3 2 4 9:11 -2 11
Heilongjiang Lava Spring 9 2 4 3 7:10 -3 10
Shaanxi Chang'an Athletic 9 3 1 5 8:11 -3 10
Nantong Zhiyun 9 2 1 6 10:13 -3 7
Shanghai Shenxin 9 2 1 6 12:22 -10 7
Xinjiang Tianshan Leopard 9 1 3 5 7:16 -9 6

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.