Chi sono i calciatori stranieri più prolifici in Cina fra tutte le competizioni? Al primo posto troviamo Elkeson (Shanghai Sipg) con 118 reti, al secondo Ricardo Goulart (ex Guangzhou ora al Palmeiras) con 103, mentre ad occupare il gradino più basso del podio… troviamo un altro brasiliano, Muriqui, che lo scorso weekend ha raggiunto quota 100.

Il nome di Muriqui potrebbe benissimo non dir nulla al pubblico mainstream, ma in Cina è considerato essere un vero e proprio idolo, in grado di vincere tutto in passato con il Guangzhou Evergrande. Muriqui, nella seconda giornata di China League One, nella vittoria del suo Shijiazhuang, ha segnato una doppietta nel 3-0 inferto al Hohhot tagliando così il traguardo dei 100 gol in Cina.

L’attaccante, ora trentaduenne, è giunto in Cina nel 2010, passando dall’Atletico Mineiro al Guangzhou Evergrande (2.5 milioni di euro il costo del cartellino), club che all’epoca militava in China League One (retrocesso d’ufficio per lo scandalo combine) ma che era stato rilevato dal l’ambizioso presidente Xu Jiayin che ne voleva fare una potenza nel calcio asiatico.

Muriqui uccide il campionato di seconda divisione cinese (13 gol in 14 gare) e negli anni successivi diviene un punto fisso nello scacchiere di Marcello Lippi vincendo tre Chinese Super League e la Champions League nel 2013. Proprio in quell’edizione della manifestazione continentale Muriqui ha siglato il record di gol segnati (13) oltre ad aver vinto il premio come miglior calciatore.

Dopo essere stato ceduto in Qatar nell’estate del 2014, Muriqui vive esperienze fra alti e bassi fra Al Saad, Tokyo ed il ritorno in Brasile all’Atletico Mineiro dove si eclissa. Nel 2017, dopo tre anni, torna in Cina, proprio al Guangzhou Evergrande, sotto la guida del connazionale Felipe Scolari, dove da rincalzo a Goulart e Alan, contribuisce alla vittoria dello scudetto, nonché la sua quarta Chinese Super League.

L’anno successivo Muriqui rimane sempre nel Canton, ma torna fra lo stupore generale in League One per accettare l’offerta ricchissima del neopromosso Meizhou Techand (oggi Guangdong Soutern Tigers) assieme ad un altro prolifico attaccante brasiliano, Aloisio, reduce da esperienze fra Shandong Luneng ed Hebei Fortune.

Muriqui, nonostante una squalifica da ben 8 giornate per gioco violento, segna 16 gol in 20 gare, ma la sua nuova squadra è troppo mediocre per sostenere il talento dei due brasiliani e chiuderà al terzultimo posto, vincendo solo ai supplementari lo spareggio con lo Shaanxi per non retrocedere.

Dopo un anno abbastanza avvilente, Muriqui si sposta a nord, rimanendo sempre in League One, firmando con un’altra società ambiziosa, lo Shijiazhuang Everbright, assieme all’attaccante boliviano Marcel Moreno, anch’egli veterano in Cina fra Changchun Yatai e Wuhan Zall.

Dopo due giornate, lo Shijiazhuang è a punteggio pieno, tre gol per Moreno e due per Muriqui che giunge a quota 100 con club cinesi confermando quello che è il suo status di leggenda.

CLASSIFICA LEAGUE ONE