La scorsa domenica si è giocato quello che per molti è stato il match decisivo per le sorti dell’assegnazione del titolo della Chinese Super League 2019. Il Guangzhou Evergrande è riuscito infatti ad espugnare il Workers’ Stadium davanti a più di 55 mila spettatori, il pubblico più numeroso di questa stagione, e il terzo di tutta la storia della CSL.

Proseguendo con i numeri, per gli uomini di Fabio Cannavaro si è trattata della tredicesima vittoria consecutiva in campionato, eguagliando così il record finora detenuto dallo Shandong Luneng, che riuscì a vincere tutte le partite disputate tra il 21 maggio e il 5 ottobre 2006, con la conseguente vittoria del campionato.

Andiamo ora a vedere nel dettaglio quali sono state le partite fondamentali, e i principali protagonisti della conquista del primo posto.

La marcia verso il primo posto

All’interno dei 13 successi di fila abbiamo individuato 5 partite che secondo noi hanno dato la dimostrazione della solidità e della qualità di questa squadra.

Shanghai SIPG-Guangzhou Evergrande 0-2
L’Evergrande stava finalmente trovando una stabilità di gioco dopo la perdita temporanea di Talisca. Partita sofferta, con il SIPG che crea buone occasioni senza però incidere sul risultato. Cosa che invece riescono a fare le tigri del Canton grazie soprattutto a Paulinho, che insacca in rete forse le uniche due vere occasioni da gol avute dai giallo-rossi.

G. E.-Dalian Yifang F.C. 4-1
È stata la partita di Paulinho. Se nelle prime 8 partite il brasiliano riuscì a segnare un solo gol, nelle successive 13 (in assenza di Talisca) ne fa ben 14, e per ben tre volte centra il bersaglio contro Hamisk e compagni, ribaltando così il risultato, in una partita di cui è stato il protagonista assoluto.

La rete del sorpasso di Paulinho

Guanghzou R&F-G. E. 0-5
Il derby del Canton fu annunciato come la sfida tra due dei maggiori centravanti che la CSL abbia mai avuto, ovvero Eran Zahavi (22 gol in 17 partite al momento della sfida) ed Elkeson (subito a segno nelle prime due partite al rientro con i giallo-rossi, nonché il più grande marcatore straniero nella storia del campionato). In campo non c’è stata partita tra i due, con il secondo che riesce a siglare addirittura una tripletta. Grazie a questa vittoria e alla contemporanea sconfitta a Nanchino degli uomini di Roger Schmidt, l’Evergrande conquista la prima posizione in campionato.

Cavalcata di Wei Shihao e rete di Elkeson

Shandong Luneng- G. E. 0-3
Risultato troppo gonfio per quello che si è visto in campo. Gli uomini di Fabio Cannavaro concedono diversi spazi all’avversario che non sa però volgerli a proprio favore. L’Evergrande invece è una squadra cinica, e sfrutta ancora una volta tutte (o quasi) le occasioni da gol. Anche la quarta forza del torneo si arrende.

La seconda rete a firma di Elkeson

Beijing Guoan-G. E. 1-3
Eccoci arrivati alla partita dell’anno. Il primo tempo ai punti è dei padroni di casa; peccato per il gol subito nei minuti iniziali, altrimenti avremmo forse assistito a un altro risultato. Nella seconda metà, però, è l’Evergrande a imporre il proprio gioco, e in meno di dieci minuti chiude i conti con Elkeson e Yang Lyiu. Ancora una vittoria esterna, che permette di consolidare il primo posto, portandosi così a ben 7 punti di distanza dalle Imperial Guards; ridotti poi a 4 grazie al pareggio dei giallo-rossi nell’ultima partita contro il Chongqing Lifan, e la contemporanea vittoria del Beijing Guoan a Dalian.

Elkeson a quota 103

I protagonisti

Tra i giocatori più in evidenza di questa stagione troviamo innanzitutto i tre principali stranieri presenti in rosa: Paulinho, Talisca ed Elkeson.

L’ex Totthenam e Barcellona è non solo il miglior giocatore dell’Evergrande, ma probabilmente anche quello dell’intera Chinese Super League 2019. Paulinho è sceso in campo ben 22 volte nelle 23 partite di campionato finora disputate, mettendo a segno ben 15 gol e 6 assist. Al momento gioca prevalentemente come mezza punta, ruolo in cui sta dando il meglio di sé, ma nel corso della stagione l’abbiamo visto anche alto sulla fascia, e in posizione più bassa come mediano.

Anche se il suo contributo alla squadra è stato limitato dal brutto infortunio che lo ha fatto tornare titolare solo nell’ultima partita contro la squadra di Jordi Cruijff, con i suoi 8 gol in 11 partite Talisca può venir considerato un tassello fondamentale per le tigri del Canton. Il suo infortunio coincise con il peggior momento della stagione per l’Evergrande, dove in una decina di giorni la squadra rischiò seriamente di vedersi eliminata ai gironi dell’AFC Champions League, e tagliata fuori dalla rincorsa per il titolo. Per fortuna Cannavaro & co. seppero risollevarsi presto e inanellare una serie di vittorie quasi senza precedenti.

E nell’ultimo mese ha fatto il ritorno a Canton anche il numero 18 Elkeson. Il centravanti brasiliano ha avuto un impatto a dir poco significativo sugli ultimi risultati della squadra; è andato a segno infatti ben 7 volte in 6 gare, e proprio nell’ultima partita, in cui è partito dalla panchina, l’Evergrande non è andato oltre il pareggio. Sarà curioso vedere come Cannavaro gestirà la coppia Talisca-Elkeson nelle ultime partite.

Tra i giocatori cinesi, invece, spiccano: nel reparto difensivo troviamo il veterano Linpeng Zhang, e il giovane centrale Zhunyi Gao (classe 1995). Spostandoci in avanti, i meriti vanno dati anche e soprattutto ai due laterali avanzati Wei Shihao (24 anni e 9 gol in 19 partite) e Yang Liyu (22enne che è riuscito a effettuare 4 gol e ben 15 assist in campionato).

Rimangono dunque ancora sette turni prima della fine della stagione e, sebbene domenica scorsa i giochi sembravano ormai fatti, dopo l’ultima giornata giocata in questi giorni, qualche speranza per il Guoan e il SIPG pare rimanere. Infatti, ora il trio di testa vede il Guangzhou Evergrande avere un vantaggio di +5 dal Beijing Guoan e di +6 dallo Shanghai SIPG. Mentre però la squadra di Canton e di Shanghai hanno aperto anche il fronte AFC Champions League (e, per il SIPG, anche quello della Chinese FA Cup), il Guoan può permettersi di concentrarsi solo sul campionato.

Dopo il mese di stop, causa nazionali, dal 13 settembre la lotta per il titolo ripartirà per l’ultima fase.