Anderson Talisca, il fantasista del Guangzhou Evergrande, è il nostro MVP del mese d’aprile dopo aver deciso tre dei quattro match disputati.

In Europa si dice che vince chi ha in squadra Messi o Ronaldo, lo stesso si potrebbe dire in Asia per chi ha fra le proprie fila Anderson Talisca, giocatore di una classe nettamente superiore al resto di tutta la Chinese Super League come aveva già avuto modo di dimostrare nella seconda metà della scorsa stagione quando sbarcò in Cina.

L’ex Besiktas è un giocatore senza una collocazione fissa in campo ed estremamente particolare, così come il suo fisico: se in Cina molti club prediligono l’attaccante alto e forte fisicamente, Anderson Talisca, nonostante la statura superiore al metro e novanta, presenta un fisico longilineo che vederlo muoversi per il campo è assolutamente gratificante con quella leggerezza e classe che lo distingue.

Muoversi per il campo senza un vero e proprio ruolo, nonostante l’impressionante score, con 5 gol nelle quattro partite d’aprile, Anderson Talisca usa giocare molto lontano dalla porta e spesso lo vediamo abbassarsi sulla linea mediana per iniziare l’azione e seguire successivamente in avanti, alla ricerca dello spazio giusto nel quale colpire come un cecchino o trovare l’imbucata giusta per i compagni grazie ad una ottima visione di gioco ed un piede vellutato che gli permettono di azzardare anche lanci di trenta metri o cambi di gioco repentini.

Heatmap stagionale: fonte Sofascore

I gol segnati in questo mese d’aprile sono un riassunto delle principali caratteristiche di Anderson Talisca e del perchè è un giocatore letale che potrebbe benissimo giocare in un Top club europeo. I due gol segnati al Guangzhou R&F nel derby della quarta giornata sono identici fra di loro: il brasiliano riceve palla al limite dell’area e realizzando di avere spazio insacca in rete con un colpo da biliardo.

Contro lo Shandong Luneng ha risolto la partita al 95’ con un grandissimo calcio di punizione calciato sotto l’incrocio dei pali: freddezza e precisione.

Nell’ultimo turno contro il Chongqing Dangdai ha tagliato alle spalle dei difensori in profondità, roocevendo il pallone con un controllo perfetto per poi beffare con grande eleganza il portiere avversario.

Anderson Talisca è decisamente un fattore e molto probabilmente, stiamo assistendo alle prestazioni di quello che potrà essere definito il miglior giocatore straniero nella storia della Chinese Super League, ma chissà se le sue prestazioni saranno sufficienti a guidare nuovamente il Guangzhou Evergrande sul trono di Cina, considereando l’impressionante percorso che sta realizzando il Beijing Guoan.

Gli ultimi aggiornamenti ci dicono che molto probabilmente (e con grande rammarico), Anderson Talisca salterà il mese di maggio per l’infortunio rimediato contro il Chongqing.

MVP APRILE: ANDERSON TALISCA (Guangzhou Evergrande)

7mo turno: Eran Zahavi (Guangzhou R&F)

6o turno: Anderson Talisca (Guangzhou Evergrande)

5o turno: Renato Augusto (Beijing Guoan)

4o turno: Jonthan (Tianjin Teda)

MVP MARZO: JONATHAN VIERA (Beijing Guoan)

3o turno: Acheampong (Tianjin teda)

2o turno: Jonathan Viera (Beijing Guoan)

1o turno: Ole Sealnes (Shenzhen Kaisa)