Il percorso verso Qatar 2022 si complica prima del dovuto. Riuscirà la rosa di Marcello Lippi a riprendere la corsa fin dalla prossima sfida contro la Siria?

Sul velluto contro il Guam

7 Gol fatti, 0 subiti.

4 reti realizzate da Yang Xu, classe ’87, una a testa per Elkeson, Wu Xi e Wu Lei (di pregevolissima fattura tra l’altro). 3 Assist per Wang Gang, assolutamente dominante sulla fascia destra, Yan Junling praticamente mai impegnato; davvero difficile chiedere di meglio.

2 vittorie in altrettante partite per il nuovo corso della Nazionale allenata da Marcello Lippi: 12 Gol fatti e 0 subiti in ‘180 minuti di gioco. Trio d’attacco della Nazionale del Dragone più che mai affiatato e micidiale. Manovra di gioco, come nella sfida contro le Maldive, fluida ed efficace fin dai primissimi minuti che risulta letale al, non irresistibile, Guam che passa in svantaggio dopo soli ‘6 minuti di gioco. Nel giro di ’31 minuti anche grazie ad un paio di gravissime imprecisioni di Sean Evans (estremo difensore della squadra ospite) Yang Xu firma il personalissimo Poker e fissa il risultato sul 5-0. La restante ora di gioco è Accademia per l’11 scelto da Marcello Lippi che riesce anche a permettersi il lusso di far rifiatare Wu Lei e Wu Xi in vista dell’impegnativa sfida della prossima settimana contro le temibili Filippine.

Se la Cina è quella vista in queste prime due sfide non c’è nulla da temere.

GUANGZHOU, CHINA – OCTOBER 10: Yang Xu #9 of China celebrates after scoring a goal during the FIFA World Cup Asian Qualifier second round match between China and Guam at Tianhe Stadium on October 10, 2019 in Guangzhou, Guangdong Province of China. (Photo by VCG/VCG via Getty Images)

Mezzo Passo falso

Passo indietro della Nazionale Cinese dopo una serie di prestazioni positive ed a tratti entusiasmanti: la rosa allenata da Marcello Lippi viene fermata sull0 0-0 dalle ostiche Filippine. Il 5-4-1 scelto da Scott Cooper imbriglia la manovra della Nazionale del Dragone che soffre, enormemente, la fisicità degli avversari trovandosi in più di un occasione in difficoltà nel gestire situazioni di 1 contro 1. Wu Lei e Co. sfiorano la rete solo grazie a sporadiche azioni individuali che non fanno altro che aumentare i rimpianti al triplice fischio dell’arbitro. Un paio di salvataggi, degni di nota, dell’estremo difensore delle Filippine Neil Etheridge, che si conferma uno dei portieri più sottovalutati dell’intero panorama calcistico asiatico, e la giornata non propriamente fantastica, per usare un eufemismo, vissuta da Elkeson ha fatto il resto.

Un arbitraggio non propriamente eccellente ed un clima allo stadio, letteralmente, bollente hanno complicato ulteriormente la sfida. Inutile però attaccarsi agli episodi e recriminare, di certo ora la sfida prevista per il 14 Novembre contro la Siria, decisamente in grande spolvero viste anche le prestazioni di Omar Al Soma, risulterà fondamentale ai fini del destino dell’incerto Gruppo A.

BACOLOD, NEGROS, PHILIPPINES – OCTOBER 15: Wu Lei #7 of China National Team in action during 2022 FIFA Qatar World Cup & 2023 AFC China Asian Cup Joint Qualification Round 2: Philippines v China at Pana-ad Park and Football Stadium on October 15, 2019 in Bacolod, Negros, Philippines. (Photo by Fred Lee/Getty Images)