Continua il percorso di avvicinamento alla AFC Asian Cup 2019 con la seconda serie di amichevoli che in questo break internazionale hanno riguardato le squadre asiatiche. Dopo aver analizzato l’ennesima deludente prestazione della Cina (leggi qui), abbiamo avuto modo di ammirare la forza del Giappone e la grande solidità di squadre come Iran e Sud Corea, che si pongono come le favorite alla vittoria continentale del prossimo gennaio. Da segnalare in questa settimana anche l’esordio, con sconfitta, di Keisuke Honda sulla panchina della Cambogia.

Lunedì 10 Settembre

Non parte benissimo l’avventura di Honda sulla panchina della Cambogia. La formazione allenata dal giapponese (fra le altre cose anche giocatore del Melbourne Victory) viene sconfitta in casa per 3-1 dalla Malesia. I cambogiani si erano portati avanti nel primo tempo grazie alla rete di Soeuy, ma crollano nella seconda metà della ripresa, contro una formazione, quella malesiana, che dire modesta è fargli un complimento.

Delude anche l’Arabia Saudita di Pizzi, che pareggia in casa per 2-2 contro la Bolivia, una delle compagini più deboli del Sudamerica. La squadra araba si era portata in vantaggio di due gol grazie a Al Dawsari e Al Sheri, ma si è fatta riacciuffare nella ripresa, palesando, come visto al mondiale, gravi disattenzioni difensive.

Fra le altre amichevoli asiatiche del lunedì, da segnalare l’inaspettato successo del Kyrgyzstan (nel girone della Cina in Asian Cup), che batte per 2-1 la Siria, mentre finisce sul punteggio di 2-2 la sfida fra Iraq e Kuwait

Martedì 11 settembre

Dopo l’amichevole rinviata contro il Cile a causa del tifone della scorsa settimana, il Giappone scende nuovamente in campo e lo fa in grande stile per la prima volta nel post mondiale russo, battendo nettamente per 3-0 la Costa Rica al Suita City Football Stadium: a segno il terzino Sasaki nel primo tempo, a cui seguono le reti di Minamino ed Ito nella ripresa.

Fra le big d’Asia, la Sud Corea colleziona un pareggio di prestigio: per la nazionale guidata dal portoghese Paulo Bento, dopo il successo di settimana scorsa sulla Costa Rica giunge un 0-0 contro il Cile. Altra grande prova di solidità per Son Hueng Min e compagni, che appaiono essere molto più organizzati di come avevamo visto al Mondiale.

Vittoria di prestigio per l’Iran: i persiani, che sono ancora la prima squadra asiatica nel ranking Fifa, alla prima uscita post Russia 2018, espugnano Taskhent andando a battere per 1-0 l’Uzbekistan grazie alla rete siglata nel secondo tempo da Torabi.

Finalmente dopo quattro partite senza successi, tornano a sorridere gli Emirati Arabi Uniti di Alberto Zaccheroni, che ospiteranno l’Asian Cup il prossimo gennaio. Netto 3-0 rifilato al modestissimo Laos grazie alla doppietta di Mabkhout e la rete nella ripresa di Omar Abdulrahman.

Nelle altre amichevoli di martedì, continua a convincere anche il Qatar, che dopo aver battuto la Cina di Marcello Lippi settimana scorsa, domina per 3-0 sulla Palestina. Calma piatta invece fra Giordania e Oman con il match fra le due compagini mediorientali che finisce 0-0